Ebola: Pyongyang chiude le frontiere

75

COREA DEL NORD Pyongyang – 26/10/2014. La Corea del Nord ha chiuso le frontiere ai turisti stranieri dal 24 ottobre a causa dei timori per il virus Ebola.

La pechinese Koryo Tours, ha scritto sulla sua pagina Facebook: «Siamo stati appena informati dai nostri partner in Corea del Nord che la Corea del Nord smetterà di accettare i turisti internazionali a causa della minaccia del virus Ebola». Non è ancora chiaro se il divieto si estenda ai diplomatici stranieri e alle persone che viaggiano per lavoro, o si applica solo ai turisti. La Air Koryo, compagnia aerea di Stato della Corea del Nord, ha detto al New York Times che nessun volo per Pyongyang era stato annullato. Sempre il Nyt riporta anche un secondo tour operator con sede in Cina, Young Pioneer Travel: «Tre giorni fa, hanno detto che chiunque sia stato in Africa occidentale avrebbe dovuto fornire un certificato medico attestante di non avere l’Ebola. E poi hanno appena chiuso a tutti i turisti stranieri». In precedenza il 23 ottobre, la sud-coreana Yonhap News Agency aveva pubblicato un approfondimento secondo cui le autorità sanitarie della Corea del Nord stavano aumentando le misure per prevenire un’epidemia di Ebola, comprese misure di quarantena più severe in porti, aeroporti e zone di confine. Molti paesi africani hanno imposto restrizioni all’ingresso per chi proviene da paesi colpiti da Ebola, e diversi paesi tra cui gli Stati Uniti hanno sottoposto chi arriva dalle zone colpite misure preventive di screening. La Corea del Nord è comunque l’unico paese a mettere in atto un divieto generale. Nel 2003 aveva già vietato l’ingresso ai turisti per quattro mesi a causa dell’epidemia di Sars in Asia.