La Liberia ha chiuso i confini

44

LIBERIA – Monrovia. 29/07/14. La Liberia ha chiuso la maggior parte dei suoi confini ieri con i paesi confinanti, per cercare di fermare il virus Ebola. Il virus letale ha infettato più di 1.000 persone in tre paesi di quest’anno. La chiusura dei confini di un paese per motivi sanitari è rara, ma illustra il livello di frustrazione dell’autorità governativa. In Liberia si contano 1.201 persone e 672.

Tra i morti anche un medico che curava i malati e ora sono ammalati due operatori sanitari statunitensi che lavorano in Liberia. E proprio dagli Stati Uniti, dal Centro di prevenzione e malattie infettive di Atlanta. L’allarme è esteso a tutti coloro che hanno viaggiato nel Paese negli ultimi 5 mesi, i sintomi sono febbre, mal di testa e diarrea. Il centro di Atlanta ha riferito che  il virus è classificato a “livello 2” ed ha consigliato ai viaggiatori di evitare il contatto con il sangue e fluidi corporei di persone infette, e infine ha raccomandato di evitare viaggi non essenziali ai paesi colpiti. «È una situazione in rapida evoluzione e ci aspettiamo che ci saranno più casi nelle prossime settimane e mesi», ha detto Stephan Monroe, vice direttore del Centro Nazionale del CDC per Emerging zoonotici e Malattie Infettive. Fonte Wall Street Journal.