Emirati su Marte

46

EMIRATI ARABI UNITI – Abu Dhabi 16/07/2014. Gli Emirati Arabi Uniti puntano a Marte.

Nel 2021 gli Eau lanceranno la loro prima sonda spaziale verso il pianeta rosso Marte segnando la prima esplorazione dello spazio da parte di un paese islamico. Lo ha annunciato ha detto il presidente Khalifa Bin Zayed Al Nahyan.
Inoltre verrà creata l’agenzia spaziale degli Emirati Arabi Uniti per sorvegliare la missione e coordinare la crescente tecnologia spaziale del paese, ha annunciato il presidente il 16 luglio: «La sonda Eau verso Marte rappresenta l’ingresso del mondo islamico nell’era delle esplorazioni spaziali. Vi dimostreremo che siamo in grado di fornire nuovi contributi scientifici per l’umanità».
Il lancio della sonda verso Marte farà entrare gli Emirati, unico paese arabo, nel club dei nove paesi con programmi spaziali per l’esplorazione del pianeta rosso.
Il viaggio di 60mila mila chilometri, durerà nove mesi e coinciderà con il 50° anniversario della formazione degli Emirati Arabi Uniti.
«Abbiamo scelto la sfida epica di raggiungere Marte, perché le sfide epiche ci ispirano e ci motivano», ha detto Mohammad Bin Rashid Al Maktoum, vice-Presidente e primo Ministro degli Emirati Arabi Uniti e governatore di Dubai.
Gli investimenti degli Emirati nelle tecnologie spaziali già superano i 20 miliardi, compresi i satelliti e la Al Yah Satellite Communications, società di telefonia mobile di comunicazione via satellite, la Thuraya Satellite Telecommunications, la mappatura della Terra e del sistema di osservazione, il Dubai sat.
Al Maktoum ha detto che l’agenzia spaziale degli Emirati Arabi Uniti sarà incaricata di dirigere e organizzare tutte queste attività, di sviluppare il settore, garantendo il trasferimento delle conoscenze, migliorando la posizione degli Emirati Arabi Uniti come un attore globale nel settore aerospaziale, e ottimizzando il contributo delle industrie spaziali per l’economia nazionale. L’agenzia godrà di autonomia finanziaria e amministrativa.
A livello globale, le tecnologie spaziali stanno diventando sempre più importanti per la sicurezza e l’economia delle nazioni, in molti casi sono sostenuti da massicci programmi nazionali: «Il nostro obiettivo per gli Emirati Arabi Uniti è di essere tra i primi paesi nel settore aerospaziale entro il 2021. Abbiamo una grande fede in Allah e nei talenti dei nostri giovani. Abbiamo la determinazione più forte, le più grandi ambizioni, e un chiaro piano per raggiungere i nostri obiettivi “, ha aggiunto Khalifa.