EAU investe 7 miliardi di euro in Grecia

87

EAU – Abu Dhabi. 19/06/14. Gli Emirati Arabi Uniti stanno per iniettare 36 miliardi di dinari nell’economia della Grecia. A darne notizia godubai.com. Il Consiglio gli investimenti di Abu Dhabi sta cercando di comprare l’Astir Palace Resort di Atene.

Il ministro degli Esteri degli Emirati Arabi Uniti, Sceicco Abdullah bin Zayed Al Nahyan, due giorni fa ha annunciato il lancio di un importante progetto di investimento degli Emirati in terra ellenica per lo sviluppo del vecchio aeroporto di Atene per un costo complessivo di oltre 7 miliardi di euro (Dh36 miliardi di dinari). Al Maabar International Investment eseguirà il progetto a più fasi. Shaikh Abdullah ha detto che il progetto è previsto, una volta completato, di generare più di 50.000 opportunità di lavoro. Shaikh Abdullah ha anche annunciato che il Consiglio gli investimenti di Abu Dhabi si è offerto di acquisire l’Astir Palace Resort di Atene, e che Abu Dhabi National Energy Company (Taqa), e Terna Energy Grecia avrebbero firmato un accordo quadro per esplorare potenziali opportunità di investimento nel settore energetico in Grecia. Il ministro degli Esteri degli Emirati Arabi Uniti ha annunciato questi progetti di investimento multi-miliardari durante il suo discorso di apertura in occasione della seconda riunione del Comitato ministeriale EAU-Grecia nella capitale greca, che ha co-presieduto con il Vice Primo Ministro greco e Ministro degli Esteri, Evangelos Venizelo in presenza del Ministro dell’EAU,Sultan bin Ahmed Al Jaber. Nel suo discorso, Shaikh Abdullah ha sottolineato che gli Emirati Arabi Uniti vogliono incrementare gli investimenti e le relazioni commerciali con la Grecia in conformità con la volontà politica dei governi di entrambi i paesi. Shaikh Abdullah ha ringraziato il ministro greco per aver ospitato la seconda riunione del Comitato, sottolineando il sincero desiderio degli Emirati Arabi Uniti di rafforzare le sue relazioni con la Grecia. Ha espresso gratitudine al governo greco per il suo sostegno per la candidatura degli Emirati Arabi Uniti per ottenere l’esenzione dall’obbligo del visto Schengen per Emiratis nonché il suo sostegno alla richiesta degli Emirati Arabi Uniti di ospitare World Expo 2020.
Shaikh Abdullah si è detto impaziente di sostegno della Grecia per la candidatura degli Emirati Arabi Uniti per l’adesione non permanente del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite per il periodo 2022-2023, la nomina per la rielezione dei membri del Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni Unite per il 2016-2018, la nomina per la rielezione alla International Telecommunication Union (ITU) per il 2015-2018, e, infine, per la nomination per la rielezione alla dell’UIT Regolamento delle radiocomunicazioni (RRB) per 2015-2018. Shaikh Abdullah ha sottolineato il sostegno Emirati Arabi Uniti per la Grecia alla presidenza dell’UE, sottolineando l’importanza del conseguimento di obiettivi economici importanti per la Grecia.
Shaikh Abdullah ha detto: «La Grecia è uno dei partner chiave per gli Emirati Arabi Uniti, e vorrei confermare che la seconda riunione della commissione mista offre una preziosa occasione per rafforzare e sfruttare i legami bilaterali e di presentare idee e soluzioni che potrebbero aiutare pratici a rimuovere gli ostacoli che impediscono il progresso di questi legami». Shaikh Abdullah ha elogiato le squadre di lavoro, co-presieduto dal dottor Sultan bin Ahmed Al Jaber, e Notis Mitarachi, il Vice Ministro greco per lo Sviluppo e la competitività che, ha detto, aveva lavorato diligentemente per rafforzare la cooperazione congiunta, coordinare alcuni progetti per raggiungere risultati possibili, oltre a rivedere gli accordi non finiti, in particolare quello sulla doppia imposizione sul reddito e la protezione degli investimenti. Shaikh Abdullah ha espresso la sua fiducia che la Grecia emergerà nuovamente e ritornerà ad essere una destinazione importante per attrarre investimenti e turismo da tutto il mondo.
Le due parti hanno esplorato, durante la sessione dei lavori, i meccanismi di cooperazione negli investimenti, settori economico, finanziario, bancario, consolari, culturali, turismo, sport, agricoltura, energia e aviazione. Citando statistiche del commercio, Shaikh Abdullah ha detto che gli scambi commerciali sono pari a € 438.000.000, un dato che non corrisponde al rapido progresso dei rapporti bilaterali e questo richiede di trovare meccanismi e canali per aumentare scambi commerciali. Shaikh Abdullah ha sottolineato l’importanza che può svolgere il settore privato. Concludendo il suo discorso, Shaikh Abdullah ha sottolineato la necessità di dare seguito e nell’attuazione delle raccomandazioni della commissione, in modo da far avanzare la cooperazione bilaterale. Da parte sua, Evangelos Venizelo accolto Shaikh Abdullah e la sua delegazione che lo accompagna, descrivendo la sua visita come “estremamente importante” poiché da ciò dipende il significato dei legami tra i due paesi, che basati sulla cooperazione congiunta e reciproca fiducia.
I due paesi hanno firmato accordi in materia di Protezione e la Promozione degli Investimenti attraverso un accordo bilaterale e un memorandum d’intesa sulla cooperazione sportiva. Yousef Al Nowais, amministratore delegato di Al Maabar International Investment; Mariana Latsis, direttore esecutivo di Latsis Gruppo; e Odisseas Athanassiou, CEO Lamda Development; firmato un accordo di cooperazione per la fornitura di competenze in materia di sviluppo immobiliare. Il dottor Saif Al Sayari, CEO della divisione Energy Solutions, Abu Dhabi National Energy Company; e George Peristeris, CEO di GEK Terna Group, hanno firmato un protocollo d’intesa per esplorare potenziali opportunità di investimento nel settore dell’energia. Fares Khalaf Al Mazrouie, presidente della infrastrutture critiche e Garante per la protezione delle coste, e il maggiore generale Atanasio MacRes della Grecia hanno siglato un primo protocollo d’intesa sulla cooperazione militare. L’ambasciatore UAE in Grecia, il sultano Mohammed Al Ali, e gli alti funzionari degli Emirati e greci hanno partecipato alle riunioni del comitato.