Duterte: “Bye Bye USA”

121

di Luigi Medici  CINA – Pechino 20/10/2016. Il presidente delle Filippine Rodrigo Duterte detto che è «il momento di dire addio» agli Stati Uniti nel corso della sua visita in Cina.Il 19 ottobre, Duterte ha così riconfigurato le alleanze diplomatiche del suo paese, riporta Channel News Asia. Duterte è in Cina per un viaggio di quattro giorni e durante un discorso alla comunità filippina di Pechino, il presidente ha detto che le Filippine avevano ottenuto poco dalla loro lunga alleanza con gli Stati Uniti, la sua ex potenza coloniale.

Duterte si è detto stufo della politica estera delle Filippine «dettata da un ordine del giorno occidentale. Quello che ci ha tenuti dalla Cina non era voluto da noi». La politica estera sotto Duterte si è drammaticamente spostata da quella di Benigno Aquino.

Duterte incontrerà i principali leader tra cui il presidente Xi Jinping e il premier Li Keqiang durante il suo soggiorno. Pechino ha fatto sapere di essere ben contenta di risolvere al questione del Mar cinese meridionale «attraverso la consultazione e il dialogo  (…) Chi vuole veramente la pace, la stabilità, lo sviluppo e la prosperità nella regione Asia-Pacifico» dovrebbe accogliere con favore la visita di Duterte, riporta il portavoce del governo centrale cinese.
Duterte ha detto che nel suo viaggio in Cina si concentrerà sulla promozione di legami economici.

Pechino ha appoggiato la guerra alla droga di Duterte, e il governo cinese ha detto che le due nazioni erano già in stretta comunicazione sulla cooperazione nel controllo antidroga e anti-crimine. La Cina si è anche offerto di addestrare i filippini nelle tecniche antidroga e antiterrorismo.