Droni ONU sorvolano RDC Congo

56

ONU – New York. Il Consiglio di sicurezza dell’Onu ha dato il via libera per usare droni di sorveglianza nella parte orientale della Repubblica Democratica del Congo, dopo un ritardo di settimane per l’opposizione della Russia, della Cina e del Ruanda.

 

Il Segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon ha scritto al 15 membri del consiglio alla fine di dicembre 2012 suggerendo che le forze di pace in Congo possano utilizzare i sistemi aerei senza pilota «per migliorare la conoscenza della situazione e per consentire decisioni tempestive» nel la gestione della crisi legata all’insurrezione di M23 nell’est del Paese ricca di minerali.

In risposta a Ban, il presidente del consiglio, l’ambasciatore Onu del Pakistan, Masood Khan, ha detto che di fatto il consiglio approva la proposta di Ban.

Ha inoltre osservato che dovrebbero essere utilizzati in prova “in linea con l’intenzione della Segreteria Onu di utilizzare tutti gli strumenti per migliorare la conoscenza della situazione» ha scritto Khan in una lettera del 22 gennaio.

Sarebbero necessari tre droni per sorvolare il poroso confine imontuoso a est del Congo.