Prontezza operativa diffusa nel Donbass

50

AUSTRIA – Vienna 31/07/2015. Gli osservatori dell’OSCE hanno registrato un alto livello di prontezza operativa su entrambi i lati della linea di contatto nell’Ucraina orientale.

Lo ha detto a Ria Novosti il vice capo della missione di vigilanza speciale Osce in Ucraina, Alexander Hug,il 31 luglio.
«Quello che vediamo è chiaramente che entrambe le parti sono altamente preparate militarmente, e questa preparazione è un’attività militare in sé», ha detto Hugh.
Secondo il responsabile Osce, su entrambi i lati vengono ammassati materiali militari, viene addestrato il personale nei pressi della linea di contatto, vengono costruite fortificazioni sofisticate lungo la linea di contatto, e piantati campi minati nei pressi delle posizioni occupate.
«Questo rende molto difficile attraversare le linee (…) quindi non c’è alcun movimento reale, la linea di contatto non si muove più» ha dichiarato Hug, aggiungendo che «la prontezza operativa non significa attaccare, perché la preparazione può essere usata per la difesa o per il mantenimento delle posizioni».