DOMINO EVERGRANDE. Per China Vanke il mercato immobiliare è “alla frutta”

349

Il presidente di China Vanke, il terzo più grande venditore di case del paese per vendite, ha lanciato un appello al suo staff, esortandolo a prepararsi per l’ultima battaglia che potrebbe salvare o distruggere la società quest’anno.

«Siamo alla frutta, il che significa che non ci sono altre opzioni», ha detto Yu Liang durante la riunione annuale del personale della società il 9 gennaio; «Molti di noi non hanno compreso a fondo la situazione in cui ci troviamo» ha poi detto, riporta Scmp. La società con sede a Shenzhen ha adottato lo slogan “Sopravvivere” durante la riunione annuale del personale nel 2019 e “La sopravvivenza è una questione reale ora” al suo briefing annuale sui risultati nel marzo 2020.

Le azioni degli sviluppatori immobiliari cinesi quotati a Hong Kong sono diminuite il 14 febbraio dopo che Moody’s ha declassato il rating di Sunac China Holdings, una società immobiliare con sede a Pechino, e ha sollevato preoccupazioni per la debole fiducia degli acquirenti di case in Cina, nonostante il rilassamento delle restrizioni immobiliari, riporta Asia Times.

Anche se la People’s Bank of China era pronta ad allentare alcune delle sue restrizioni immobiliari, è troppo presto per comprare azioni immobiliari cinesi, dato che il settore continuerà ad affrontare la pressione nel primo trimestre. La direzione politica di Pechino per il mercato immobiliare potrebbe essere più chiara all’inizio di marzo dopo le riunioni annuali del Congresso Nazionale del Popolo e la Conferenza Consultiva del Popolo Cinese.

Molti sviluppatori immobiliari hanno venduto i loro beni per ricostituire il loro flusso di cassa in quanto si aspettano che le loro vendite contrattuali non rimbalzassero significativamente nel primo trimestre a causa del debole sentimento del mercato che si estende dal quarto trimestre dello scorso anno.

I mercati immobiliari cinesi sono entrati in un ciclo negativo l’anno scorso dopo che la PBoC ha lanciato “tre linee rosse” nel 2020 per impedire agli sviluppatori immobiliari fortemente indebitati di prendere in prestito più denaro per l’espansione.

Nel 2021, le azioni di Evergrande Group sono scese dell’89%, Shimao Group è sceso del 79%, Fantasia Holdings ha perso il 76%, Sunac, del 59% l’anno scorso. Il 13 gennaio, la società ha annunciato un piano per raccogliere 4,52 miliardi di dollari di Hong Kong vendendo 452 milioni di nuove azioni per il rimborso dei prestiti e per scopi aziendali generali. Le nuove azioni sono state emesse il 12 gennaio.

Il 14 febbraio, le azioni di Sunac sono crollate dell’11,84% dopo che Moody’s ha declassato il rating dell’azienda a B1 da Ba3; Moody’s ha anche cambiato l’outlook di Sunac sui rating in negativo da stabile.

Graziella Giangiulio