Dollari sauditi per Morsi

33

EGITTO – Il Cairo. Il primo ministro egiziano Hesham Qandil ha preso parte partecipato alla cerimonia per la firma di tre finanziamenti concessi all’Egitto, per un totale di 230 milioni di dollari concessi dal Fondo per lo sviluppo del”Arabia Saudita.

Il denaro dovrebbe essere impiegato per lo sviluppo di diversi progetti. L’accordo è stato firmato da Youssef al-Bassam, vice presidente e direttore generale del Fondo saudita per lo Sviluppo, dal Ministro per la Pianificazione e Cooperazione Internazionale egiziano Ashraf al-Araby e quello delle Risorse idriche e irrigazione, Mohamed Bahaa Eddin.
Il prestito fa parte probabilmente di un pacchetto di aiuti di 1500 milioni di dollari concesso dalla nazione del Golfo, che il leader egiziano Morsi aveva anticipato nel mese di novembre. Gli investimenti economici e gli aiuti al paese provenienti dall’Arabia Saudita erano stati, in precedenza, annunciati, nel mese di luglio, durante il primo viaggio internazionale del presidente Mohamed Morsi. A novembre 2012, una delegazione del Fondo monetario internazionale è stata in Egitto per fornire una consulenza in vista di un piano di riforma economica, conditio sine qua non per il prestito di 4,8 miliardi di dollari. Durante la visita, il FMI aveva stabilito un tetto minimo per le riserve estere egiziane e aveva chiesto al governo del Cairo di chiedere aiuti in depositi in valuta estera ad Arabia Saudita, Qatar e Turchia.