DELOCALIZZAZIONI. Cina prima scelta europea

158

La pandemia aveva riportato in auge il tema della ricostruzione dell’economia europea dentro i confini dei 27. Questo per ovviare a tutte quelle difficoltà sorte durante il periodo delle chiusure da Covid 19. In modo particolare si era detto che almeno i settori strategici dei singoli paesi dovevano avvicinarsi di confine. Ma non sta andando in tal senso.

Complice l’attacco russo in Ucraina. E la difficoltà per le imprese europee di avere energia a basso costo e ora la possibilità di rifornirsi di gas in senso lato la Cina sta tornando di gran moda.

I problemi europei dunque, che sembravano gravare all’economia cinese alla fine saranno la stampella per un entità in crisi. Secondo le previsioni l’economia di Pechino dovrebbe ristagnare o diminuire nel 2023 a causa delle restrizioni del Covid e della crisi del mercato immobiliare.

La svizzera ABB, però, ha appena inaugurato a Shanghai il suo impianto di produzione di robotica più grande e completamente automatizzato, dopo aver investito 150 milioni di dollari nella sua costruzione.

Il Cancelliere Olaf Scholz, di recente ha trascinato una delegazione di 12 titani dell’industria tedesca a un incontro con Xi Jinping che comprendeva gli amministratori delegati di Volkswagen, Deutsche Bank, Siemens e del gigante chimico BASF, aziende che visto come sta andando in Europa per continuare a fare affari stanno guardando con molto interesse alla Cina.

Il marchio tedesco Mercedes-Benz, inoltre, non a caso ha aperto la produzione dei suoi veicoli pesanti in Cina a settembre, e la danese Lego non solo sta pianificando di investire nei parchi di divertimento Legoland nelle principali città e di aprire 80 nuovi negozi nel 2023.

Ancora una volta le sanzioni europee stanno andando a vantaggio dei maggiori concorrenti commerciali dell’Europa: Stati Uniti e Cina. E le pressioni politiche non avranno alcun peso rispetto ai vantaggi che le grandi imprese europee otterranno lavorando nella Repubblica Popolare di Cina.

Antonio Albanese

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/