Davotoglu visita Solimano

72

TURCHIA – Ankara 11/05/2015. La visita del premier turco Davutoglu alla tomba di Solimano, è uno dei titoli principali dei quotidiani turchi l’11 maggio.

Solimano il Magnifico (Suleyman) era il nonno di Osman I, il fondatore dell’Impero Ottomano alla fine del XIII secolo. La sua tomba è considerata territorio turco nel quadro del trattato di Ankara del 1921, tra la Turchia e la Francia, che allora aveva il mandato sulla Siria. Lo Star titola: “L’abbraccio di Suleyman Shah”. Il premier turco, a sorpresa, ha decorato un soldato che aveva partecipato all’operazione di trasferimento della tomba, avvenuta nel febbraio. Il 22 febbraio, infatti, centinaia di soldati turchi hanno organizzato un’operazione lampo per spostare la tomba di Solimano, per timore che fosse distrutta dalla furia iconoclasta dello Stato Islamico. Il mausoleo di Solimano era a 37 km dal confine turco, in pieno territorio siriano. Nei giorni precedenti c’erano stati avvistamenti di avanguardie di Daash che facevano temere per la guarnigione di guardia al mausoleo e per i resti stessi. Il nuovo mausoleo si trova ora a Eshme, a 200 metri a sud del confine fra Turchia e Siria.
Milliyet, che definisce nuovamente la visita come una sorpresa, riporta anche che il Primo ministro ha viaggiato in un convoglio di veicoli blindati assieme a Hulusi Akar, comandante delle Forze terrestri turche.