DANIMARCA. Copenhagen affitta celle nelle carceri kosovare

155

La Danimarca ha pianificato di affittare 300 celle in Kosovo per ospitare i detenuti alla fine della loro pena. Le celle saranno usate per i prigionieri stranieri che devono essere espulsi dopo le loro condanne, ha detto il ministero della giustizia.

Il governo danese ha presentato il nuovo piano mercoledì nel tentativo di ridurre il sovraffollamento delle prigioni, riporta Euronews. Il progetto prevede anche di aumentare la capacità del sistema carcerario danese di 326 posti tra il 2022 e il 2025.

L’anno scorso, circa 350 prigionieri nelle prigioni danesi dovevano essere espulsi alla fine della loro pena. La popolazione carceraria della Danimarca è cresciuta del 19% fino a più di 4.000 detenuti entro l’inizio del 2021. Secondo le statistiche nazionali, le prigioni danesi sono ora a più del 100% della loro capacità. Durante lo stesso periodo, il numero di guardie carcerarie nel paese è diminuito del 18%.

«Saremo a corto di fino a 1.000 posti nel sistema carcerario entro il 2025», ha detto il ministro della giustizia Nick Haekkerup in una dichiarazione, «Con l’accordo, si concorda di affittare 300 posti in prigione in Kosovo e di espandere la capacità della prigione in Danimarca di diverse centinaia di posti».

La Danimarca è nota per le sue prigioni aperte che sono riservate ai detenuti che scontano pene inferiori ai cinque anni. Nel frattempo, il Kosovo ha attualmente 1.642 prigionieri con una capacità del 97% – secondo il World Prison Brief dell’Università di Londra. La Norvegia e il Belgio hanno precedentemente affittato celle di prigione nei Paesi Bassi.

Il ministero della giustizia del Kosovo ha confermato che c’era un accordo con la Danimarca sull’affitto di circa 300 celle di prigione in Kosovo e che sarà firmato il 20 dicembre. Il ministero ha detto che il Kosovo ha offerto di liberare 300 celle per i prigionieri che scontano la pena in Danimarca: «I detenuti che saranno trasferiti in Kosovo non saranno ad alto rischio», ha detto il ministero della Giustizia kosovaro, riporta Balkan Insight. L’accordo durerà 10 anni e il Kosovo guadagnerà 210 milioni di euro «che saranno dedicati agli investimenti di capitale, soprattutto per le energie rinnovabili», ha detto il Ministero.

Tommaso Dal Passo