Daghestan: ora tocca al figlio di Karimov

79

DAGHESTAN – Makhachkala. 11/10/13. Non accennano a diminuire i guai per la famiglia Karimov. Ieri è stato arrestato il figlio dell’ex sindaco della capitale del Daghestan Magomed Karimov (alcuni traducono con Amirov).

Il padre, definito l’immortale per aver sventato in 15 anni 16 attentati, è stato arrestato a giugno, con l’accusa di mandante dell’omicidio di Arsen Gadzhibekov. Nei mesi scorsi i funzionari durante le indagini hanno collegato Magomed Karimov, Membro dell’Assemblea Nazionale della Repubblica del Daghestan, del partito “Russia Unita”, direttamente collegata all’assassinio del deputato della Duma di Stato della Federazione Russa, Haji Makhacheva.
Il famoso magnate del petrolio della regione e l’ex capo della Missione permanente del Daghestan a Mosca, con il presidente russo Haji Makhacheva, stavano cercando di raggiungere degli accordi economico-commerciali. Cosa non riuscita in quanto Haji Makhacheva fu ucciso in un attentato.