I jet abbattuti dallo Stato Islamico

52

SIRIA – Damasco 25/04/2016. Amaq, agenzia dello Stato Islamico, pubblicava nei nei scorsi la notizia, poi circolata sui social via twitter, dell’abbattimento di un jet siriano sui cieli di Damasco.

I “soldati del Califfato” poi hanno catturato il pilota a est del Monte Dakwah nella campagna orientale della capitale siriana. Il pilota si chiama Azzam Eid, è nato a Hamah. L’aereo abbattuto il 22 aprile dallo Stato islamico (nella foto i suoi resti) è il terzo ad essere abbattuto in due settimane: il primo è stato abbattuto il 11 aprile vicino alla base aerea di Dumayr; il secondo jet siriano è stato abbattuto solo tre giorni dopo, il 14 aprile, nei pressi della base aerea di Khalkhalash, a nord di as-Suwayda, nel sud della Siria. Stavolta il pilota dell’aereo è riuscito a sfuggire al rastrellamento dello Stato Islamico. Sempre il 14 aprile, un aereo da ricognizione russo è stato abbattuto sui cieli di Baridah, a est della città di al-Qaryatayn nella provincia di Homs.