CYBERWAR. L’NSA prepara i guerrieri cyber del futuro

82

La National Security Agency ha detto recentemente che nella battaglia sul cyberspazio, gli avversari degli Stati Uniti stanno continuamente cambiando i loro metodi per violare i sistemi Usa.

Ciò significa che gli Stati Uniti devono a loro volta continuare a modernizzare gli strumenti e le tecniche che utilizzano per contrastare gli hacker di nazioni come Cina, Russia, Iran e Corea del Nord, e collaborare con il settore privato per farlo, riporta C4isrnet.

Parte dello sforzo di lavorare con il settore privato, è il Cybersecurity Collaboration Center della NSA che sta sviluppando analisi che lo aiutano a setacciare sia i segnali di intelligence del governo raccolti all’estero che ciò che gli analisti del settore hanno individuato.

La Nsa ha pubblicato più di 50 avvisi di sicurezza informatica negli ultimi due anni per condividere le informazioni sulle minacce con l’industria della difesa e altre organizzazioni. Alcuni di questi avvisi sono andati così lontano da evidenziare pezzi specifici di malware, o tattiche, tecniche e procedure che gli hacker russi o cinesi usano per cercare di entrare in reti e infrastrutture sensibili, e vulnerabilità comuni che amano sfruttare.

Gli hacker dall’Iran, Corea del Nord o organizzazioni non statali che cercano di estorcere denaro utilizzando ransomware sono anche minacce pesanti; mentre la concorrenza per reclutare professionisti della cybersecurity richiesti è dura, ma la mission dell’Agenzia e l’entusiasmo che genera aiutano a renderlo competitivo.

La Guardia Costiera an che sta cercando di utilizzare una serie di bonus per attirare i candidati di talento; la Nsa ha partnership con 340 università in tutti gli States per incoraggiare gli studenti a studiare la cybersecurity. Ogni estate, ha detto, circa 300 studenti ricevono stage di 12 settimane alla Nsa, e dal 70% all’85% di questi stagisti vanno a lavorare per la Nsa a tempo pieno dopo la laurea.

La Nsa sta anche cercando di incoraggiare anche i più giovani a considerare le carriere nella scienza, nella tecnologia, nell’ingegneria e nella matematica attraverso un programma chiamato GenCyber, che offre agli studenti dalla scuola materna alla scuola superiore l’opportunità di frequentare campi estivi incentrati sulla cybersecurity. L’estate scorsa, GenCyber ha offerto 146 campi in 46 stati, Washington, DC, e Porto Rico.

Maddalena Ingrao