Il rum cubano pronto a conquistare gli USA

207

CUBA – L’Avana 29/02/2016. Dopo aver vinto la causa in tribunale per i diritti sul marchio Havana Club negli Stati Uniti, la società produttrice mira a far diventare il suo rum il primo prodotto cubano ad essere venduto negli Stati Uniti, perché il Nord America è un mercato con un potenziale enorme e quasi la metà delle vendite mondiali di rum.

Stando a quanto riporta Efe, già oggi con un mercato come gli Stati Uniti ancora chiuso, Havana Club è già il terzo rum più venduto al mondo, una posizione il marchio potrebbe facilmente superare una volta che le imprese cubane possano esportare negli Usa, dove è forte l’attesa per i prodotti cubani, proibiti per cinaquant’anni, come il rum e tabacco.

La società franco-cubana che possiede il marchio è formata dalla francese Pernod Ricard e dalla Cuba Ron ha vinto una ventennale battaglia legale con la Bacardi per diritti del marchio negli Stati Uniti. Infatti la situazione commerciale era alquanto bizzarra: Bacardi commercializzava il marchio negli Stati Uniti, mentre Pernod Ricard nel resto del mondo, dal 1993, quando fu creata la società mista. La guerra del rum risale alla Rivoluzione cubana del 1959: Fidel Castro confiscò la Havana Club, fondata nel 1935 dalla famiglia spagnola Arechabala, e il nuovo governo iniziò a commercializzare il marchio. Nel 1990, la famiglia aveva venduto i diritti a Bacardi per il mercato degli Stati Uniti e nel 2015, Havana Club ha venduto circa 36 milioni di litri di rum.