Cruzex 2013: forfait argentino

81

ARGENTINA – Buenos Aires 10/11/2013. L’Argentina ha ammesso che ha deciso all’ultimo minuto di non partecipare alla più grande esercitazione aerea militare del Sud America, Cruzex 2013, prevista in Brasile, per evitare simili situazioni come quella vissuta dalla fregata Libertad in Ghana.

Il ministro della Difesa Agustin Rossi ha rivelato di essere rimasto sorpreso dalle ripercussioni della decisione argentina, e ha detto che la decisione era solo il risultato di un ritardo nell’invio della richiesta ufficiale al Congresso per la partecipazione di un gruppo di militari e attrezzature argentine all’esercitazione in Brasile. Il Cruzex2013 prevede la partecipazione di almeno 90 aeromobili e diverse migliaia di uomini con la partecipazione della maggior parte dei paesi del Sud America, oltre a Stati Uniti e Canada.

Tuttavia Rossi poi ha ammesso che «questo anno a causa di quello che è successo con la fregata Libertad siamo stati più attenti quando si tratta di esercitazioni estere, controlliamo più e più volte per evitare inconvenienti. A causa di questa procedura abbiamo impiegato un tempo maggiore per i controlli e per la richiesta al Congresso (…) L’Argentina, per inviare truppe o attrezzature oltremare, necessità di un disegno di legge e dell’approvazione da parte del Congresso. Abbiamo redatto il disegno di legge per tutto l’anno in modo da poter richiedere l’autorizzazione per un pacchetto annuale, da settembre a settembre e Cruzex è stato incluso», ha poi aggiunto il ministro.

«Non siamo andati alla più grande esercitazione aerea della regione, non a causa della mancanza di fondi, ma perché non abbiamo avuto il disegno di legge» ha sottolineato Rossi che ha aggiunto l’Argentina ha partecipato nel 2004 e nel 2006, ma «nel 2008 e nel 2010 non abbiamo avuto alcun disegno di legge che autorizzasse».

Cruzex2013 durerà 16 giorni, si svolgerà nel nord-est del Brasile e l’Argentina avrebbe dovuto partecipare con un Ercole KC130 e un caccia A4 – AR più un contingente di 115 persone.