Turchia: +400 per cento di crimini

134

TURCHIA – Ankara. 21/10/14. La popolazione della Turchia è aumentata del 26 per cento negli ultimi 20 anni, e ha anche sperimentato forti aumenti dei tassi di criminalità, con un aumento del 400 per cento in reati legati alla droga, furto e omicidio, fonte Zaman.

Nel 1994, il numero delle persone arrestate ammontava a 38.931; 20 anni dopo, a partire dall’inizio del mese di ottobre, il numero degli arrestati  quest’anno ha raggiunto 152.335. Anche durante il colpo di stato del 12 Settembre 1980 ​​che durò fino al 1983, vi erano un gran numero di persone innocenti arrestate, ma molte meno di ora circa 80.000.

Secondo i dati forniti dal Ministero della Giustizia, il tasso di criminalità è in crescita ogni giorno che passa. 

Secondo le statistiche fornite, la popolazione della Turchia è aumentato da 60 a 76 milioni in 20 anni e il tasso di criminalità è aumentato del 26 per cento. Il numero di persone che sono stati arrestate per rapina è 30.992, il numero di reati per droga commerciali è 26.697, e il numero degli arrestati per omicidio ha raggiunto 26.578 dati riferiti al mese di settembre. Inoltre, secondo le statistiche ci sono 794 minori dai 12 ai 17 anni, fascia di età che sono stati condannati, e 7.018 detenuti tra i 18 a 20 anni, in carcere. Rispetto agli anni precedenti, si tratta di un aumento del 40 per cento in crimini come quelli legati al traffico di droga, rapina, estorsione e omicidio commessi da minori e giovani adulti.