COSTA D’AVORIO. Elicotteri bulgari per Abidjan

45

La Costa d’Avorio ha preso in consegna un secondo Mi-24 per sostituire quelli caduti nel 2019 e 2020. Il secondo mezzo è stato caricato a bordo di un aereo da trasporto Ilyushin Il-76 in Bulgaria il 27 gennaio scorso prima della consegna. Il primo aereo sostitutivo è stato consegnato il 7 agosto 2020 in coincidenza con il 60° giorno dell’indipendenza della Costa d’Avorio. L’aereo è arrivato ad Abidjan a bordo di un aereo da trasporto Il-76 dell’aeronautica militare ucraina, riporta Scramble.

Il presidente Alassane Ouattara ha detto al momento che era il primo di due Mi-24 ricevuti, con il secondo previsto entro tre mesi. Si ritiene che entrambi gli elicotteri siano esemplari dismessi dall’aeronautica militare bulgara.

I velivoli devono sostituire i due persi nell’arco di cinque mesi. Il 27 novembre 2019, un Mi-24D, Tu-Vhr, è stato perso in una collisione con un Mi-17 parcheggiato a terra a Katiola durante una visita del presidente Ouattara. Il Mi-24D è stato radiato mentre il Mi-17, appartenente alla squadra presidenziale, ha subito danni riparabili.

Poi il 18 marzo 2020, un altro Mi-24D, Tu-Vho, è caduto all’aeroporto Felix Houphouet Boigny di Abidjan. Non è chiaro cosa abbia causato lo schianto, ma il velivolo ha subito danni moderati, arrivando a fermarsi su un fianco. Entrambi i piloti hanno ricevuto ferite lievi e sono potuti uscire dall’elicottero da soli.

Si ritiene che la Costa d’Avorio avesse solo due Mi-24 in servizio insieme agli elicotteri AW139 e AS365N. Gli aerei da trasporto della flotta includono An-26B, Beech 350, C295W, Airbus A319, Beech 1900D, Gulfstream III, IV e G550.

A causa della guerra civile in cui il paese è ricaduto nel 2011, risulta difficile ancora oggi stabilire con esattezza quali e quanti siano i mezzi in servizio nella Force Aérienne de la Côte d’Ivoire, in particolare quelli da combattimento che risultano in organico, ma non operativi.

Luigi Medici