India, stop alla corruzione sportiva

47

INDIA – New Delhi. 25/5/13. La corruzione dilaga in tutti i paesi del mondo e colpisce tutti i settori. In India però stanco recando di mettere un freno almeno nel settore sportivo. Tutto pronto per la nuova legge contro la corruzione nello sport, che nasce proprio dopo una serie di denunce e scandali sulle partite truccate e di “pratiche disoneste” in tutti i tipi di sport.

A darne notizia Kapil Sibal, Ministro dello sport, che ha riferito che la nuova legge è stata favorita dal procuratore generale di GE Vahanvati come attività per fermare “le partite truccate”. 

Il Ministro ha sostenuto in una conferenza stampa che le «pratiche disoneste come partite truccate e spot truccate» devono essere affrontati in un «modo olistico». 

«La prima bozza della nuova legge sarà pronto in 3-4 giorni», ha detto, aggiungendo che sarà poi inviato al Ministero dello sport per ulteriori consultazioni e opinioni di esperti.

La nuova legge avrà una ampia base non comprenderà solo il cricket, ma tutti i tipi di sport e non avrà effetti retroattivi. Nella nuova normativa, ci sarà una definizione di «pratiche disoneste» e includerà qualsiasi gesto o atto che può cambiare il corso o il risultato di una partita o un torneo.

La legge si occuperà di imprese, allibratori, criminali oltre ai giocatori, tra attori internazionali.