CORONAVIRUS. A rischio 4,5 milioni di posti di lavoro in Cina

58

Nonostante alcuni dati confortanti (numero più basso di nuove infezioni da coronavirus da gennaio e il più basso tasso di mortalità giornaliera da una settimana), l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha detto di usare cautela e di non essere eccessivamente ottimisti.

Illustrando l’impatto economico dell’epidemia, le azioni europee sono scese il 18 febbraio dopo che Apple Inc ha emesso un avviso di entrate a causa della perturbazione economica che la malattia sta causando alle catene di fornitura globali. I funzionari cinesi hanno segnalato 1.886 nuovi casi portando il totale a 72.436; stesso dato anche per i decessi: 98 nuovi decessi hanno portato il totale a 1868.

Il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità Tedros Adhanom Ghebreyesus ha detto che i dati cinesi «sembrano mostrare un calo nei nuovi casi», ma qualsiasi tendenza apparente «deve essere interpretata con molta cautela», riporta Reuters

Al di fuori della Cina, ci sono stati 827 casi di Covid-19, e cinque decessi; più della metà di questi casi sono stati registrati sulla nave da crociera in quarantena al largo del Giappone.

Tedros ha detto che ci sono stati 92 casi di diffusione da uomo a uomo del coronavirus in 12 paesi al di fuori della Cina, ma l’Oms non aveva i dati per fare confronti significativi con quello che stava succedendo in Cina. Pechino dice che le cifre che indicano un rallentamento in nuovi casi negli ultimi giorni mostrano che le decisioni draconiane che ah preso recentemente stanno rallentando la diffusione della malattia oltre la provincia centrale di Hubei e Wuhan.

Nonostante le preoccupazioni globali sull’impatto economico della malattia, l’ambasciatore della Cina presso l’Unione Europea ha detto il 18 febbraio che questo sarebbe stato «limitato, a breve termine e gestibile» e che Pechino aveva abbastanza risorse per intervenire in caso di necessità.

Xi Jinping, alla tv di stato, ha detto che la Cina potrebbe ancora raggiungere il suo obiettivo di crescita economica per il 2020 nonostante l’epidemia. Gli economisti, però, avvertono di potenziali licenziamenti di massa in Cina nel corso di quest’anno, se il virus non sarà contenuto a breve. Le perdite di posti di lavoro potrebbero arrivare a 4,5 milioni e mezzo di unità.

Il presidente sudcoreano Moon Jae-in ha detto che l’economia sudcoreana si trovava in una situazione di emergenza e richiedeva stimoli, poiché l’epidemia aveva sconvolto la domanda di beni sudcoreani. Singapore ha annunciato un pacchetto finanziario di 4,5 miliardi di dollari per aiutare a contenere l’epidemia nella città-stato e a resistere al suo impatto economico.

Singapore Airlines Ltd ha detto che avrebbe temporaneamente tagliato i voli nei tre mesi fino a maggio, dato che l’epidemia colpisce la domanda di servizi che toccano e transitano il principale hub di viaggio.

Il Giappone, dove l’economia era già in contrazione e l’epidemia ha creato timori di recessione, la diffusione del virus ha spinto Tokyo a porre dei limiti agli assembramenti pubblici, mentre alcune aziende stanno dicendo ai dipendenti di lavorare da casa.

Antonio Albanese