COREA DEL SUD. Quasi pronto l’F35 Stealth sudcoreano

139

Un prototipo del caccia KF-21 in fase di sviluppo ha attraversato la pista di rullaggio dello stabilimento dove viene costruito, mentre la Corea del Sud sta cercando di effettuare il suo volo inaugurale alla fine di questo mese.

Nel corso di un evento mediatico, il movimento sul campo del caccia è stato presentato ai giornalisti presso la sede della Korea Aerospace Industries Ltd, Kai, l’azienda del Paese che si occupa del trasporto aereo, e che è l’unico produttore di aerei del Paese, a Sacheon, 437 chilometri a sud di Seul.

Organizzata dalla Defense Acquisition Program Administration, Dara, la dimostrazione ha rappresentato un progresso costante nel programma da 8,8 trilioni di won, pari a 7,9 miliardi di dollari, lanciato nel 2015 dalla Corea del Sud per sostituire l’obsoleta flotta di jet F-4 e F-5 dell’aeronautica con nuovi aerei da guerra. Il primo test di volo del caccia è previsto per la fine di questo mese, anche se il Dapa non ha ancora reso pubblica una data specifica, dato che qualsiasi piano di volo è soggetto a cambiamenti a causa delle condizioni meteorologiche, riporta Yonhap.

L’aereo, di colore grigio e lungo 16,9 metri, è il primo prototipo di KF-21 rivelato al pubblico nell’aprile dello scorso anno. Finora sono stati prodotti in totale sei prototipi a scopo di test.

Sotto la cabina di pilotaggio sono state stampate le bandiere nazionali della Corea del Sud e dell’Indonesia, per indicare la nazione del Sud-Est asiatico come partner nel progetto del caccia. Giacarta ha accettato di accollarsi il 20% del programma di sviluppo della Fase 1, del valore di 8,1 trilioni di won.

A partire da un volo di prova di 40 minuti previsto per questo mese, Kai ha dichiarato che i sei prototipi di KF-21 effettueranno complessivamente 2.000 sortite sulle acque occidentali e meridionali fino al 2026.

La Corea del Sud intende raggiungere l’idoneità al combattimento “provvisoria” nella seconda metà del prossimo anno e l’idoneità al combattimento “finale” nel 2026 – procedure chiave del processo di sviluppo graduale; mentre la produzione di serie è prevista al 2032.

Se lo sviluppo sarà completo, la Corea del Sud entrerà nel club d’élite dei sette Paesi che hanno sviluppato localmente un caccia supersonico. Il KF-21 impiega diverse tecnologie di alto livello, tra cui il radar Aesa (Active Electronically Scanned Array) che traccia più bersagli con componenti più avanzati ed efficienti. È inoltre dotato di un sistema di ricerca e tracciamento a infrarossi (Irst) che rileva i bersagli a bassa quota che emettono radiazioni infrarosse, compresi i missili antinave.

Il caccia di 4,5 generazione sarà equipaggiato con missili aria-aria come l’AIM-2000 della tedesca Diehl e il Meteor della britannica Mbda.

Nella seconda fase del progetto, dal 2026 al 2028, la Corea del Sud preparerà le capacità di combattimento aria-superficie del KF-21, compresi i missili prodotti da Raytheon Technologies, Boeing e General Dynamics, e da aziende locali come Hanwha e Lig Nex1: il Dapa sta anche sviluppando missili da crociera a lancio aereo per il KF-21.

Luigi Medici