COREA DEL NORD. Pyongyang ammette la presenza di Coronavirus

359

Le autorità nordcoreane hanno detto ai cittadini, in conferenze pubbliche, che già alla fine di marzo ci sono stati casi confermati di coronavirus nel paese, mentre Pyongyang sostiene ufficialmente di non aver avuto casi confermati, riporta Radio Free Asia.

I relatori di questi incontri di partito, parlando con le organizzazioni e i gruppi di vigilanza di quartiere, hanno detto che ci sono stati casi di Covid-19 nel paese, senza dare alcun numero, ha detto Rfa, citando due fonti, una a Pyongyang e una nella provincia di Ryanggang, riporta Scmp.

Gli stessi relatori avrebbero poi detto che i casi confermati si sono verificati a Pyongyang, nella provincia di Hwanghae Sud e nella provincia di Hamgyong Nord.

Il Nord Hamgyong si trova nella regione nord-est del Paese, mentre il Sud Hwanghae si trova nel sud-ovest. Pyongyang aveva precedentemente rinforzato i controlli di frontiera e ordinato agli stranieri di qualsiasi paese che avesse segnalato un caso di Covid-19 di trascorrere 30 giorni in quarantena, facendo volare decine di diplomatici fuori dal paese all’inizio di marzo.

Kcna il 18 aprile poi ha detto che le autorità nordcoreane stavano «valutando se c’è ancora possibilità che possano entrare malattie infettive nel paese, in linea con il blocco completo delle frontiere, dello spazio aereo e delle acque territoriali» fino a quando la pandemia virale globale non sarà posta sotto controllo. L’agenzia statale ha aggiunto che i confini del Paese rimarranno completamente chiusi fino a quando le infezioni da Covid-19 non verranno arginate a livello globale.

Nel frattempo, tutti gli stranieri in Corea del Nord che erano stati sottoposti a misure volte a prevenire un’epidemia locale del nuovo coronavirus erano stati liberati dalla quarantena, ha confermato Kcna. A fine febbraio la Corea del Nord avrebbe messo in quarantena circa 380 stranieri, compresi i diplomatici di stanza nella capitale Pyongyang. 

Il leader nordcoreano Kim Jong Un alla fine di marzo ha ordinato la costruzione di un nuovo ospedale per curare i pazienti di Covid-19, mentre i media statali hanno riferito che decine di diplomatici sono stati evacuati dal Paese.

Lucia Giannini