Questione coreana, Pechino fa un passo indietro

52

COREA DEL NORD – Washington-Pechino. 7/4/13. Se da un lato gli Stati Uniti hanno deciso di rinunciare al collaudo di missili nella base militare in California, rinviati a maggio, come hanno confermato fonti del Pentagono, per non aggravare la situazione già tesa con la Corea del Nord.

Pechino per voce del ministro degli Affari Esteri cinese Wang Yi durante la sua conversazione telefonica con Ban Ki-moon, segretario generale dell’Onu, ha insistito sul fatto che la tensione nella penisola coreana deve essere risolta attraverso il dialogo, indipendentemente da come si svilupperà in futuro. Il diplomatico ha affermato che Pechino è «Contro qualunque provocazione, che sia un’affermazione o azioni che avranno luogo nella regione, da qualunque fronte, e non ammetterà complicazioni nei territori vicini la Cina».
Nel frattempo però la Corea del Nord ha previsto un lancio di missili verso territori USA entro il 10 di aprile.