COREA DEL NORD. Pechino corre in aiuto di Kim contro COVID-19

170

La Cina ha detto alla Corea del Nord che è disposta a contribuire a contenere la diffusione di Covid-19 in una nota del presidente Xi Jinping a Kim Jong-un.

Il messaggio di Xi segue le recenti voci sulla salute di Kim dopo che non si è presentato a un importante evento politico e le voci sulla possibile diffusione della malattia in Corea del Nord, anche se non ha riportato alcun caso.

Xi si è detto molto preoccupato per la situazione in Corea del Nord e per la salute della sua popolazione, e si è detto contento che i suoi sforzi per controllare la malattia respiratoria abbiano ottenuto risultati positivi. Stando a Xinhua, Xi ha detto: «La Cina è disposta a intensificare la cooperazione per contenere la pandemia con la Repubblica Democratica Popolare di Corea e fornire assistenza alla RDPC. Con gli sforzi congiunti sia della Cina che della RPDC e della comunità internazionale, la vittoria finale in questa lotta contro l’epidemia sarà raggiunta». 

Xi ha anche detto che la Cina attribuisce una seria importanza alle relazioni con la Corea del Nord e che lavorerà con Kim per approfondire la comunicazione e la cooperazione.

L’8 maggio, Kcna riportava che Kim aveva inviato un “messaggio verbale” a Xi, dicendo che «la Cina sta registrando un successo nella prevenzione dell’infezione da Covid-19».

Kim ha inviato un’altra lettera a Xi a febbraio scorso, dicendo che la Corea del Nord ha inviato aiuti finanziari alla Cina e ha trasmesso i suoi «sinceri sentimenti di voler condividere le sofferenze e le prove del fraterno popolo cinese”. Gli ultimi scambi di note tra i due leader hanno fatto seguito a intense speculazioni sulla salute di Kim e sulla sua posizione dopo il suo vistoso no-show alle celebrazioni del 15 aprile per il compleanno di suo nonno Kim Il-sung, il giorno più importante del calendario politico del Paese.

Il leader nordcoreano è stato assente per settimane prima di partecipare a un evento in un impianto di fertilizzanti il 2 maggio in compagnia di alti funzionari, tra cui la sorella Kim Yo-jong e Pak Pong-ju, vicepresidente della Commissione per gli affari di Stato, e il premier Kim Jae-ryong.

Ad aprile, la Cina ha inviato a Pyongyang un team di esperti medici guidato da un membro del Dipartimento di collegamento internazionale, che gestisce i rapporti con i partiti politici stranieri.

Anche se la Corea del Nord non ha riportato alcun caso di Covid-19, ha messo in quarantena gli stranieri per fermare il coronavirus; ha anche annullato la maratona annuale di Pyongyang e ha messo sotto stretto controllo la popolazione del Nord Pyongan, la provincia che confina con la Cina.

Luigi Medici