COREA DEL NORD. Pechino blocca l’esportazione di riso

106

Il governo cinese ha recentemente rifiutato di permettere l’esportazione di un carico di riso in Corea del Nord: Pechino sembra stia frenando le “transazioni non ufficiali” con la Corea del Nord. Secondo Daily NK, il 17 settembre, un’organizzazione commerciale nordcoreana ha cercato di importare circa 20.000 tonnellate di riso cinese, ma il processo di importazione è stato messo in attesa a causa di nuove norme stabilite dal governo cinese.

L’organizzazione commerciale nordcoreana ha acquistato il riso attraverso un commerciante cinese, ma le autorità cinesi non stanno procedendo con le procedure amministrative per permettere l’esportazione della spedizione. In breve, sembra che il governo cinese stia dando rinnovata attenzione alle esportazioni di riso verso la Corea del Nord e impedisca l’esportazione senza il suo permesso.

I funzionari commerciali nordcoreani hanno riferito di aver messo all’ancora una nave al porto di Dalian, nella provincia di Liaoning, in Cina, e di essere pronti a caricare il riso sulle barche. I commercianti cinesi, da parte loro, si sono offerti di fornire centomila renmimbi per trasportare il riso al porto attraverso venditori locali. Tuttavia, nessuno ha accettato l’offerta a causa delle restrizioni cinesi sul commercio non ufficiale.

L’organizzazione commerciale nordcoreana usa fondi di partito approvati dal Comitato Centrale della Corea del Nord. Se le transazioni sono annullate o ritardate, l’organizzazione deve spiegare il perché e affrontare delle sanzioni. Di solito, la Corea del Nord paga in anticipo il 30-50% del prezzo di una spedizione dalla Cina. Il resto del costo viene pagato quando la merce viene ricevuta e in questo l’organizzazione commerciale nordcoreana ha già fatto un pagamento anticipato per il riso.

Poiché il pagamento è stato fatto senza aver effettivamente ricevuto il riso, qualsiasi ritardo o cancellazione nelle importazioni di riso dovrebbe portare a punizioni per l’organizzazione commerciale. «Oltre al riso, il governo cinese ha vietato più volte alle società commerciali nordcoreane di importare merci in modo non ufficiale attraverso commercianti cinesi (…) la Cina sta dando il segnale che il commercio deve essere fatto attraverso canali ufficiali», riporta Daily NK.

In questa maniera Pechino starebbe cercando di “domare” un alleato riottoso, visti i recenti test balistici e la tensione salita nella penisola coreana.

Antonio Albanese