COREA DEL NORD. Ok di Tokyo a far entrare atleti nordcoreani per le Olimpiadi 2020

48

Il Giappone starebbe per concedere il permesso agli atleti nordcoreani di partecipare alle Olimpiadi estive 2020 a Tokyo. Il quotidiano conservatore nipponico Sankei Shimbun ha detto che agli atleti nordcoreani sarà concesso l’accesso per partecipare al campionato del mondo di judo che si svolgerà a Tokyo il prossimo agosto, una competizione che servirà come evento di prova in preparazione per le Olimpiadi del 2020: «Sulla base di questa sentenza, il governo giapponese permetterà probabilmente agli atleti nordcoreani di entrare in Giappone per le Olimpiadi di Tokyo».

Il Giappone attualmente vieta a qualsiasi persona con cittadinanza nordcoreana di entrare nel suo territorio, come parte delle sue sanzioni su Pyongyang. Ha scelto di fare un’eccezione per gli atleti nordcoreani disposti a partecipare al campionato del mondo di judo per rispettare la Carta olimpica, riporta il Korea JoongAng Daily. La Carta olimpica, le regole e le linee guida per l’organizzazione dei giochi olimpici, vieta a qualsiasi atleta di competere in base alla loro nazionalità.

Il Sankei Shimbun ha detto che Pyongyang può mettere in campo una squadra per competere al campionato del mondo di judo, dato che il judo era uno dei quattro sport, insieme a basket femminile, hockey femminile e canottaggio, che ha concordato nel mese di febbraio a campo una squadra congiunta con la Corea del Sud per i giochi estivi 2020.  Il quotidiano ha aggiunto che l’intelligence giapponese potrebbe monitorare le attività degli atleti nordcoreani nel caso in cui prendano parte a qualsiasi attività al di fuori della competizione sportiva.

In precedenza l’Asahi Shimbun riportava che il vice Ministro dello sport della Corea del Nord, Won Kil-u e altri due funzionari visiteranno Tokyo dal 19 al 23 agosto per partecipare a una conferenza tra i rappresentanti di ogni paese per le Olimpiadi. Gli inviati visiteranno impianti sportivi e corsi di maratona a Tokyo, ha detto il rapporto, mentre aggiungendo che potrebbero anche prendere contatto con i funzionari del governo giapponese sul lato per discutere l’offerta del primo Ministro giapponese Shinzo Abe di tenere un vertice con il leader nordcoreano Kim Jong-un.

La decisione di permettere al Nord di partecipare alle Olimpiadi estive potrebbe riflettere il desiderio di Tokyo di vedere squadre comuni intercoreane competere ai giochi, fatto che probabilmente attirerebbe forte attenzione mediatica. Il 28 maggio, il vice Ministro dello sport nordcoreano Won Kil-u aveva detto che il Nord era disposto a «tenersi per mano» con il Sud per mettere in campo una squadra comune, definendolo«il desiderio dell’intera nazione e…. il principio delle Olimpiadi».

Tommaso dal Passo