Corea del Nord: sesto lancio di missili

68

COREA DEL NORD – Pyongyang 20/5/13. La Corea del Nord ha lanciato due missili a corto raggio il 20 maggio, si tratta del sesto lancio in tre giorni, e ha criticato la Corea del Sud dettasi preoccupata per le esercitazioni militari del Nord.

Entrambi sono stati lanciati verso il mare, al largo della costa orientale della Corea del Nord, ha comunicato la Difesa di Seul.

Il lancio è avvenuto dopo oltre due mesi di minacce da parte della Corea del Nord che intenderebbe scatenare una guerra nucleare contro la Corea del Sud e Stati Uniti nel caso in cui venisse attaccata. Pyongyang ha condannato sia gli Stati Uniti e la Corea del Sud per le esercitazioni militari congiunte, conclusesi a fine aprile 2013, intendendole come una prova generale per un attacco al suo territorio.

«Noi stiamo conducendo intense esercitazioni militari per rafforzare la nostra capacità di difesa», ha comunicato la nordcoreana Kcna «Il nostro esercito sta conducendo queste manovre, al fine di far fronte ad una eventuale guerra con gli Stati Uniti e la Corea del Sud, diritto legittimo di ogni paese sovrano».

La Corea del Nord ha lanciato spesso missili a corto raggio, anche se l’ultima ondata di lanci ha attirato le critiche della Corea del Sud e degli Stati Uniti, vista la coincidenza con le recenti minacce del Nord.

Seoul ha definito i lanci strumenti che fomentano la tensione nella regione, mentre Pechino, unico alleato importante del Nord, ha chiesto moderazione nei toni e negli atteggiamenti.

Secondo gli esperti questilanci servono per giocare carte nuove sul tavole delle trattative con Usa e Corea del Sud, che richiedono l’abbandono del programma nucleare nordcoreano, fatto che Pyongyang non intende fare.