COREA DEL NORD. Kim Jong Un inizia a giocare con i satelliti militari

126

Il 19 dicembre la Corea del Nord ha dichiarato di aver completato un “importante” test finale in vista del lancio di un satellite di osservazione militare il prossimo anno.

Il test condotto il 18 dicembre ha utilizzato un “corpo di prova satellitare” e aveva lo scopo di verificare le capacità operative dei sistemi di fotografia, trasmissione dati e controllo a terra, hanno riferito i media statali, citando la National Aerospace Development Administration, NASA.

Il lancio è avvenuto con successo e ha aperto la strada all’invio del satellite di ricognizione militare entro aprile. La notizia arriva un giorno dopo che la Corea del Sud ha accusato il Nord di aver lanciato un paio di missili balistici a medio raggio al largo della costa orientale della penisola. I missili hanno volato verso est per circa 500 chilometri in direzione del mare aperto, riporta Yonhap. Pyongyang ha messo online poi le foto a bassa risoluzione di Seul e della zoom costiera limitrofa prese durante il test.

Il 16 dicembre, Kcna riportava il successo del test del motore di spinta a propulsione solida allo spazioporto di Sohae La Korean Central News Agency ha definito l’evento un test importante “per lo sviluppo di un altro nuovo tipo di sistema d’arma strategico”.

I razzi solidi sono “più mobili, più veloci da lanciare, più facili da nascondere e utilizzare durante i conflitti”. «Una volta schierata, la tecnologia renderà le forze nucleari della Corea del Nord più versatili, resistenti e pericolose» ha commentato Leif-Erik Isley, professore alla Ewha University di Seoul, riporta Yonhap.

Va ricordato che le risoluzioni delle Nazioni Unite vietano alla Corea del Nord di testare missili balistici di qualsiasi portata. A seconda della loro progettazione, possono anche essere dotati di una testata nucleare. La Corea del Nord ha inasprito le tensioni nella regione conducendo una serie di test missilistici negli ultimi mesi.

Il regime di Kim Jong Un ha dichiarato alcuni mesi fa di aver intrapreso dei test per un satellite di ricognizione. Gli Stati Uniti e la Corea del Sud avevano valutato che i lanci di prova erano legati al lavoro di Pyongyang su un nuovo sistema missilistico balistico intercontinentale.

Lo stesso leader nordcoreano aveva chiesto l’introduzione di satelliti spia e droni da ricognizione, tra gli altri progetti di armamento, in occasione del Congresso del Partito dei Lavoratori all’inizio del 2021.

Luigi Medici

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/