Confini certi entro aprile

43

TAJIKISTAN – Dushanbe. 14/04/14. Secondo la testata Asia – Plus, i primi ministri di Kirghizistan e Tagikistan  condurranno in prima persona i negoziati sulle questioni di confine a fine aprile.

A dirlo alla agenzia di stampa 24.KG il vice-premier del Kirghizistan, Abdyrakhman Mamataliyev. Secondo lui, la prossima riunione di lavoro, delle commissioni interagenzia si svolgeranno nella città settentrionale tagika di Khujand il 15 aprile. Nel frattempo l’agenzia di stampa del Kirghizistan K -News ha citato Mamataliyev secondo cui la riunione tra i due primi ministri si terrà il 19 aprile. «Stiamo cercando una soluzione reciprocamente accettabile per i problemi delle zone di confine. La questione più complessa è la costruzione della strada Kok – Tash – Aksai – Tamdyk» ha riferito il vie – premier del Kirghizistan. Il primo ministro tagiko, Rasoul Qohirzoda ha avuto una conversazione telefonica con il suo omologo del Kirghizistan Joomart Otorbayev il 10 aprile. I due, secondo i media locali, avrebbero parlato di una vasta gamma di questioni relative ai due stati e di prospettive di ulteriore espansione della cooperazione bilaterale tra il Tagikistan e il Kirghizistan. Essi hanno inoltre discusso le questioni di cooperazione transfrontaliera e il primo ministro del Kirghizistan ha proposto di tenere un incontro bilaterale in qualsiasi momento l’omonimo tagiko sia disponibile. 

Il confine kirghizo – tagiko era stato chiuso dopo una sparatoria l’11 gennaio in cui rimasero ferite cinque guardie di frontiera del Kirghizistan, un poliziotto del Kirghizistan, e due guardie di confine tagiko. Lo scontro è iniziato quando i tagiki hanno protestato per costruzione del Kirghizistan di una tangenziale attraverso una zona contesa. Il Tagikistan ha chiesto di fermare la costruzione della strada fino al confine è delimitato. Il Kirghizistan richiamato il suo ambasciatore in Tagikistan e unilateralmente BCPs chiuso il suo confine comune con il Tagikistan.