Commissione Europea a caccia dei finanziamenti ai terroristi

25

BELGIO – Bruxelles. Prevista per il prossimo 5 febbraio la proposta di rinnovamento legislativo della Commissione Europea in materia di anti-riciclaggio e trasferimento di fondi. Il fine sarà rafforzarne le difese contro possibili finanziamenti di attività terroristiche, implementando la stabilità e l’integrità del sistema finanziario. La proposta di rinnovamento dell’esistente direttiva anti-riciclaggio e dell’attuale regolamentazione del trasferimento dei fondi, sarà quindi inviata al Parlamento Europeo ed al Consiglio per un’eventuale adozione.

L’attuale terza direttiva anti-riciclaggio, che risale al 2005, necessita di essere aggiornata alla luce dei nuovi standard internazionali che saranno adottati il prossimo febbraio dalla Financial Action Task Force, ossia l’organismo internazionale preposto alla lotta anti-frode. La posizione della Commissione sull’argomento era stata già oggetto di un report pubblicato nell’aprile 2012.

La regolamentazione odierna sul trasferimento dei fondi, risale invece al 2006 con lo scopo di assicurare piena tracciabilità alle movimentazioni, nonché combattere riciclaggio e finanziamento di attività illecite. Nel febbraio 2012 gli standard internazionali, sono stati aggiornati, rendendo anch’essa obsoleta.