Stasera al cinema, a Tripoli…

80

LIBIA – Tripoli 06/7/13. Cinema e teatri in Libia sono stati chiusi per decenni e ora ricominciano lentamente a risorgere proiettando film ritenuti vicini alla sensibilità della comunità libica.  i film per la comunità.

È una piccola parte della politica di riconciliazione nazionale che il governo cerca di portare avanti in diversi settori, entertainment compreso. I nuovi “cinema” che spuntano nella capitale libica partecipano con una serie di proiezioni volte a “sedare gli animi” potremmo dire, piuttosto che esaltare alcuni aspetti socio-politici troppo legati alla realtà quotidiana vissuta dalla Libia. Non si tratta di cinema d’evasione ma di pellicole “impegnate”, potremmo dire, che cercano di mostrare nuove vie, come in questo caso, per la convivenza pacifica e la ricomposizione delle fratture sociali presenti nel tessuto libico. Soprattutto, grazie al film, viene mostrata l’importanza e la valenza sociale della componente femminile nel ricomporre situazioni pericolose e drammatiche. 

Where do we go now? (in arabo: وهلّألوين؟ w halla’ la wayn‎, in francese: Et maintenant, on va où) è un film libanese pluripremiato (Cannes 2011, tra gli altri) che narra le vicende di un gruppo di donne che cercano di alleviare le tensioni religiose tra i loro uomini di fede cristiana e musulmana che vivono nello stesso villaggio. Questo è il film che sarà proiettato all’Art House di Tripoli stasera.

Con la regia di Nadine Labaki, Where do we go now? è ambientato in un remoto villaggio libanese, circondato da un territorio infestato di campi minati, accessibile solo tramite un ponte. Poiché il resto del paese viene coinvolto in una guerra civile, le donne del villaggio adottano misure sempre più drastiche per impedire ai loro uomini di prendervi parte di iniziare una guerra di religione che avrebbe minacciato la tranquilla vita del loro villaggio. Per certi versi ricorda la bellissima commedia di Aristofane Lisistrasta, in cui le protagoniste per evitare che i loro uomini vadano in guerra e si uccidano praticano una particolare forma di sciopero: quello del sesso. 

Where do we go now? sarà proiettato in arabo con sottotitoli in inglese. La proiezione inizierà alle 18:00 del 6 luglio. La Art House è sulla Al-Sekka Road a Tripoli