CINA. Xi Jinping propone all’ASEAN la Via della Seta digitale

69

Il presidente cinese Xi Jinping si è impegnato ad approfondire ulteriormente la cooperazione e a promuovere una “Via della seta digitale” con il Sudest asiatico, mentre Pechino si sta muovendo per cementare la sua influenza nell’Asia-Pacifico.

L’impegno arriva proprio nel momento in cui la nuova amministrazione statunitense afferma di voler fare perno sulla regione e di voler riprendere un ruolo di leadership.

In un messaggio registrato il 27 novembre, Xi ha anche cercato di assicurare i leader asiatici che la Cina ha dato la massima priorità al suo rapporto con l’Associazione delle Nazioni del Sud-Est Asiatico, Asean, riporta Scmp.

Xi Jinping ha colto l’occasione per spingere per una maggiore unità digitale tra le nazioni del sud-est asiatico in un keynote registrato all’Expo Cina-ASEAN di Nanning, in Cina, riporta Coindesk. Il presidente cinese ha dichiarato che si adopererà per una maggiore cooperazione tra le 10 nazioni Asean e promuoverà una “Via della seta digitale” nella regione.

Il discorso è un apparente tentativo di rafforzare la posizione della Cina a livello locale, dopo che il Presidente eletto degli Stati Uniti Joe Biden ha detto che lavorerà con gli alleati regionali per assumere il potere della Cina.

Xi ha detto: «La Cina considera l’Asean una priorità nella sua diplomazia e un’area chiave per la costruzione congiunta di alta qualità dell’iniziativa Belt and Road», il progetto di infrastrutture e sviluppo economico in corso dal 2013.

Il blocco potrebbe collaborare con la Cina per stabilire un «porto digitale Cina-Asean per promuovere la connettività digitale e costruire una “Via della seta digitale”», ha detto il presidente.

Finora non c’è alcun suggerimento che la proposta di digitalizzazione utilizzerebbe le basi del blocco, ma Xi ha già fatto conoscere la tecnologia e il suo sviluppo innervato nell’economia cinese.

Stando a Coindesk, la Cina ha cercato di costruire legami più stretti con i paesi dell’Asean, cioè con con Filippine, Singapore, Thailandia e Indonesia, nel mezzo della guerra commerciale che si è sviluppata durante la presidenza statunitense di Donald Trump.

Secondo quanto riportano entrambe le testate, i membri dell’ASEAN non erano inizialmente entusiasti della proposta della Via della Seta digitale proposta da Xi.

Graziella Giangiulio