Battezzata l’era del Pacifico

97

STATI UNITI – Washington. 09/06/13. Cina e Stati Uniti sono pronti a dare vita alla nuova era che vedrà il suo maggiore sviluppo sulle coste del Pacifico. Secondo l’agenzia di stampa Cinese Xinhua,  durante il loro primo vertice, il presidente cinese Xi Jinping e il suo omologo americano Barack Obama i due leader hanno avuto più di otto ore di colloqui, su una vasta gamma di argomenti: come le rispettive situazioni interne a ciascun Paese, governante, le questioni bilaterali, oltre a quelli globali.

Chi ha partecipato agli incontri ha parlato di apertura e di rispetto delle differenze. I due leader hanno convenuto di fare sforzi per il raggiungimento dei risultati pragmatici alle prossime riunioni che vedono Cina e USa impegnati nei dialoghi strategici economici e in quelli di impegno sociale. LA Cina inoltre è stata invita a partecipare agli esercizi US-hosted Rim of the Pacific (RIMPAC) nel 2014. Durante il vertice, Xi ha riassunto il concetto di rapporti nuovo tipo tra le due nazioni in tre frasi – «nessun conflitto e nessun confronto», «mutuo rispetto» e «verso la cooperazione win-win risultati».

CIna e USA hanno deciso di istituzionalizzare le riunioni tra i leader delle due nazioni nelle sessioni dei lavori multilaterali: come ad esempio il gruppo del G20 e l’Asian forum Cooperazione Pacific Economic.
La Cina ha chiesto di togliere le restrizioni in materia di importazioni hi-tech dalla Cina e migliorare le strutture di investimento commercio bilaterale e verso un futuro più equilibrato.
Politicamente l’impegno promesso reciprocamente è quello di una gestione a stretto coordinamento e cooperazione nella penisola coreana, l’Afghanistan e altre questioni hotspot globali.
Sotto i riflettori anche la pirateria e transnazionale, compiti di mantenimento della pace, in caso di catastrofe di cyber sicurezza, il cambiamento climatico e lo spazio di sicurezza.

Infine, le due parti devono trovare un nuovo modo per gestire e la loro differenza Attivamente promuovere un nuovo tipo di relazioni militari in conformità con i nuovi tipi di parti inter-potenza.