Inquinamento aumentato in Cina

56

CINA – Pechino 05/06/2014. Meno del 5 per cento delle maggiori città cinesi anno superato i controlli di monitoraggio della qualità dell’aria.

Lo ha comunicato il governo ha detto il 4 giugno. Li Ganjie, vice ministro per la tutela dell’ambiente, ha detto che solo 3 delle 74 principali città oggetto del monitoraggio della qualità dell’aria hanno rispettato gli standard nazionali di qualità dell’aria fissati nel 2013, riporta Xinhua. A maggio 20124, Pechino aveva annunciato nuove norme destinate a ridurre le emissioni di diversi tipi di inquinanti, e sempre a maggio, il governo ha detto di voler eliminare più di 5 milioni di automobili dalle strade come parte di un piano per ridurre le emissioni di gas serra, un passo fondamentale per il paese che vive una crescente crisi ecologica e subisce forti pressioni internazionali per ridurre l’inquinamento. All’inizio del 2013, le autorità centrali avevano messo in guardia sui rischi per l’agricoltura derivanti dalla cappa di smog sulle grandi aree metropolitane come Pechino. Uno studio del Gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici, nel frattempo, aveva messo in guardia sull’uso di combustibili fossili, causa dell’inquinamento globale.

La Cina mira a ridurre le emissioni del 40 per cento entro il 2020; il Celeste Impero è il più grande emettitore di gas serra al mondo, seguito da Stati Uniti, India e Russia.