CINA. Si allarga il Domino Evergrande: Kaisa Group non paga

216

Lo sviluppatore immobiliare cinese Kaisa Group Holdings Ltd ha annunciato il 4 novembre che la sua unità finanziaria ha mancato un pagamento su un prodotto di gestione patrimoniale, aggiungendo nuove preoccupazioni per una crisi di liquidità nella società.

I problemi di Kaisa, riporta Reuters, arrivano tra le preoccupazioni per una crisi di liquidità sempre più profonda nel settore immobiliare cinese, con una serie di inadempienze del debito estero, declassamenti del rating del credito e vendite di azioni e obbligazioni degli sviluppatori nelle ultime settimane.

Lo sviluppatore con sede a Shenzhen, che fornisce una garanzia per il prodotto di gestione patrimoniale, ha detto in una dichiarazione che sta affrontando una pressione di liquidità senza precedenti a causa di un mercato immobiliare difficile e di declassamenti di rating.

Ha poi detto che stava raccogliendo fondi per alleggerire la pressione con misure che includono l’accelerazione delle vendite di beni. Kaisa è classificato come il 25° sviluppatore più grande della Cina per vendite di case. Kaisa ha il maggior debito offshore in scadenza nel corso del prossimo anno di qualsiasi sviluppatore cinese, dopo China Evergrande Group.

Il peggioramento della salute del settore immobiliare cinese, uno dei principali motori della crescita economica, sta mettendo alla prova la determinazione di Pechino a proseguire in dolorose riforme strutturali per ridurre gli alti livelli di debito nel settore.

Gli enti regolatori di Shenzhen terranno una riunione il 5 novembre per discutere i problemi di liquidità di Kaisa e del suo pari Fantasia, stando a Cailianshe.

Stando a Reuters, Kaisa ha un sospeso di 12,79 miliardi di yuan in capitale e interessi, e ha intenzione di pagarlo gradualmente. Ma gli investitori hanno respinto con forza questa ipotesi.

Le azioni quotate a Hong Kong di Kaisa, che ha un valore di mercato di circa 1 miliardo di dollari, sono crollate più del 15% il 4 novembre arrivando ai minimi storici. La sua obbligazione in dollari del 6,5% del dicembre 2021 è crollata più del 17% a 51,5 centesimi, con un rendimento superiore al 1.000%, secondo Marketaxxess.

Kaisa ha circa 3,2 miliardi di dollari in azioni senior offshore dovute nei prossimi 12 mesi, con la prossima scadenza di 400 milioni di dollari che cade il 7 dicembre. Ha pagamenti di cedole per un totale di oltre 59 milioni di dollari dovuti l’11 e il 12 novembre.

Inoltre, Kaisa starebbe cercando acquirenti per la sua unità di gestione immobiliare quotata a Hong Kong, Kaisa Prosperity Holdings Ltd e due siti residenziali in città. Evergrande ha evitato per un pelo un’insolvenza per la seconda volta la scorsa settimana, ma ha un’altra dura scadenza il 10 novembre per più di 148 milioni di dollari di pagamenti di cedole che erano dovuti l’11 ottobre.

La sua unità Scenery Journey ha pagamenti di cedole per un totale di più di 82 milioni di dollari dovuti il 6 novembre, anche se i termini delle obbligazioni concedono un periodo di grazia di 30 giorni su tali pagamenti.

Graziella Giangiulio