CINA. Ricompare Jack Ma e le azioni Alibaba volano

98

Il fondatore del Gruppo Alibaba Jack Ma ha fatto la sua prima apparizione pubblica da ottobre, il 20 gennaio, quando ha parlato in video con un gruppo di insegnanti, interrompendo la sua insolita assenza e facendo schizzare verso l’alto le azioni del gigante dell’e-commerce.

Le speculazioni su dove si trovasse Ma si sono moltiplicate sulla scia della notizia di questo mese che è stato sostituito nell’ultimo episodio di un reality show televisivo di cui era stato giudice, e nel bel mezzo di un giro di vite regolamentare da parte di Pechino sul suo impero commerciale.

Il miliardario non appariva in pubblico dal 24 ottobre, quando ha fatto sobbalzare il sistema normativo cinese in un discorso a Shanghai, che lo ha messo in rotta di collisione con il partito e ha portato alla sospensione di un’Ipo da 37 miliardi di dollari per l’affiliata finanziaria di Alibaba, Ant Group, riporta Reuters.

Fino ad allora Ma era apparso spesso in pubblico, intervenendo a conferenze e altri eventi, anche se meno frequentemente che nel 2019 a causa della pandemia di coronavirus. Alibaba e la sua fondazione di beneficenza hanno entrambi confermato che Ma ha partecipato a una cerimonia online per gli insegnanti rurali organizzata dalla fondazione il 20 gennaio.

Nel video di 50 secondi, Ma, con indosso un pullover della marina, ha parlato da una stanza con pareti grigie, un grande quadro e composizioni floreali. Non era chiaro dove fosse la stanza.

Le azioni Alibaba quotate a Hong Kong sono salite dell’8,5% in più dopo la notizia, che è stata riportata per la prima volta da Tianmu News, un media sostenuto dal governo di Zhejiang, la provincia dove ha sede la sede centrale di Alibaba. Le ricevute di deposito americane della società sono aumentate di quasi il 5%.

Il video conteneva anche un filmato, datato 10 gennaio, di Ma che visitava con i colleghi una scuola nella contea di Tonglu, parte della città di Hangzhou, capitale dello Zhejiang.

Le azioni hanno cancellato le perdite subite dopo che Alibaba è diventata il bersaglio di un’indagine antitrust avviata il mese scorso dalle autorità cinesi, ma rimangono circa l’11% al di sotto dei livelli precedenti alla cancellazione della Ant Ipo.

Anche se Ma si è dimesso dalle posizioni aziendali, mantiene un’influenza significativa su Alibaba e Ant e le promuove a livello globale in occasione di eventi commerciali e politici. Continua inoltre a fare da mentore nella “Alibaba Partnership”, un gruppo di 35 manager aziendali.

L’azienda prevede di raccogliere almeno 5 miliardi di dollari attraverso la vendita di obbligazioni in dollari questo mese.

Maddalena Ingrao