CINA. Riapertura difficile per il turismo

79

Con la Cina che si appresta a festeggiare il Capodanno lunare senza restrizioni di viaggio per la prima volta in quattro anni, alcuni operatori del settore turistico sperano in una ripresa della domanda, mentre altri rimangono cauti.

Con l’abolizione delle restrizioni Covid-19, i viaggi durante il periodo di 40 giorni intorno al Capodanno lunare quasi raddoppieranno, raggiungendo i 2,095 miliardi di passeggeri in questa stagione, secondo le previsioni delle Autorità cinese dei trasporti. La maggior parte dei viaggiatori andrà a trovare le proprie famiglie. Ma circa il 10% del flusso di passeggeri sarà costituito dal turismo, riporta Nikkei.

Ci si chiede se le destinazioni turistiche abbiano una capacità sufficiente. La Cina ha perso circa il 40% degli hotel e delle pensioni in due anni, fino al gennaio 2022, portando il totale a poco più di 360mila, secondo la China Hospitality Association. Gli alberghi più piccoli sono stati particolarmente colpiti, con una perdita di circa il 60%.

La provincia tropicale di Hainan ha visto un afflusso di circa 1 milione di visitatori durante il periodo di Capodanno. Il numero di visitatori è diminuito di oltre il 10% rispetto al 2019, ma alcuni hotel di lusso offrivano camere a 200.000 yuan o più, pari a più di 27.355 euro, a notte, a dimostrazione di come l’offerta di camere disponibili sia sopraffatta da un’impennata della domanda.

Per riaprire gli hotel e i ristoranti chiusi a causa della politica zero-Covid, è necessaria una ripresa sostenibile della domanda. Alcuni sperano che i consumatori siano pronti a liberare la domanda repressa spendendo molto. Ma stanno emergendo segnali preoccupanti.

In un sondaggio della People’s Bank of China per il periodo ottobre-dicembre, solo il 13,3% di 20.000 depositanti ha dichiarato di voler aumentare la spesa per i viaggi nei prossimi tre mesi, la percentuale più bassa dal 2016. La percentuale di coloro che hanno risposto per l’assistenza sanitaria ha raggiunto il livello record del 29,6%.

L’assistenza sanitaria sta diventando una voce di spesa importante a causa dell’aumento delle infezioni da coronavirus nelle principali città dopo l’allentamento della politica zero-Covid. Le misure per migliorare l’occupazione e il reddito saranno fondamentali per incoraggiare i consumatori ad allentare i cordoni della borsa e a spendere di più per i viaggi.

Maddalena Ingrao

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/