CINA. Rafforzata la cooperazione con la Colombia, anche sul fronte COVID-19

110

Il Presidente Xi Jinping ha invitato i governi e il popolo cinese e colombiano a collaborare per dar vita ad una cooperazione amichevole in tutte le aree, inclusa la lotta contro il COVID-19 a seguito dell’arrivo dei vaccini cinesi a Bogotá lo scorso sabato. Si tratta del terzo lotto di vaccini cinesi acquistati dalla Colombia. I primi, come riferisce China Daily, erano arrivati il 20 febbraio scorso.

In occasione dell’arrivo dei vaccini nella capitale colombiana Jinping, su invito del presidente colombiano Ivan Duque, ha tenuto un discorso in videoconferenza al popolo colombiano dichiarando: “Le relazioni Cina-Colombia hanno raggiunto uno sviluppo storico da quando hanno stabilito relazioni diplomatiche quarantuno anni fa. I due paesi si sono assistiti a vicenda per superare le attuali difficoltà e hanno attivamente portato avanti una cooperazione anti epidemica. Si tratta di un’amicizia che nemmeno il vasto Oceano Pacifico riuscirà ad intralciare.

Ora la Cina è il secondo partner commerciale della Colombia e le imprese cinesi sono state attivamente impegnate nella costruzione della Colombia in tutti i campi. Gli scambi interpersonali tra i due paesi sono fiorenti, grazie all’amicizia cino-colombiana profondamente radicata nei cuori dei due popoli. È necessario portare avanti la cooperazione a un nuovo livello, in modo che entrambi i popoli possano beneficiarne maggiormente”.

I vaccini cinesi arrivati a Bogotà faciliteranno il piano nazionale di vaccinazione della Colombia. All’inizio di febbraio, il National Food and Drug Surveillance Institute della Colombia ha approvato l’uso di emergenza dei vaccini COVID-19 sviluppati dalla società farmaceutica cinese Sinovac. Nell’ultimo mese sono stati consegnati tre lotti di vaccini Sinovac acquistati dalla Colombia.

Duque ha tenuto una cerimonia speciale per trasmettere il discorso di Xi e ringraziare pubblicamente la Cina per il suo sostegno alla Colombia nella lotta contro il COVID-19: “Dalla Colombia diciamo grazie al popolo cinese perché, in questo frangente, questa relazione diplomatica si sta rafforzando dopo quattro decenni di relazioni bilaterali. Lo sviluppo di relazioni con la Cina trova un ampio consenso tra tutti i partiti politici in Colombia, che è pronta a lavorarci insieme per continuare ad approfondire le relazioni bilaterali tra i due paesi”.

Il ministero della Salute e della Protezione Sociale colombiano ha inviato vaccini Sinovac in regioni remote, in particolare nella regione amazzonica, e si prevede che già a partire dalla prossima settimana verranno somministrate dosi nelle carceri e nelle case di cura.

I vaccini contro il coronavirus di Pechino sono stati elementari per la strategia di vaccinazione COVID-19 di Duque. Finora nel paese sudamericano ne sono stati consegnati più del 75%, tutti di provenienza asiatica. Senza le consegne di Sinovac la Colombia avrebbe ricevuto solo poco più di 700mila vaccini da ditte farmaceutiche private, un’iniziativa sui vaccini guidata dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

Coraline Gangai