Pechino regola anche le app per i taxi

92

CINA – Pechino 02/07/13. Il primo luglio, Pechino ha emanato un nuovo regolamento sulle app per la prenotazione di taxi su smartphone e ha ribadito che tutte le app per prenotazione di taxi saranno regolate dalla piattaforma ufficiale unificata di prenotazione della città per l’integrazione del settore dei taxi.

Il regolamento prevede che il software applicativo per le aziende di app dovrà essere depositato presso i servizi competenti e ricevere la licenza corretta per avere accesso al sistema ufficiale.

Secondo il regolamento, tutte le app devono essere collegate alla piattaforma di prenotazione unificata. Fino ad oggi, a Pechino, ci sono state quattro linee dirette di prenotazione gestite dai numeri 96016, 96103, 96019 e 96033, gestiti da società separate. Tutti gli operatori del settore dovranno cooperare e condividere utenti, risorse di mercato, dati e risorse tecniche.

Finora, vengono utilizzate dai passeggeri dodici app di prenotazione, ognuna con una notevole presenza sul mercato; solo otto delle dodici aziende hanno collaborato con il sistema ufficiale nella fornitura di servizi di prenotazione.

Al tempo stesso, il regolamento ha fissato lo standard della pubblicità per prevenire costi non voluti diparte della clientela. Si prevede che una prenotazione immediata, una chiamata fatta con meno di quattro ore di anticipo, costerà 5 yuan (0,81 centesimi di dollaro) mentre facendo una prenotazione anticipata di oltre quattro ore il costo sarà di 6 yuan.

Altro cambiamento riguarderà la funzione delle app relative ai supplementi della prone orazioni che dovrà essere rimossa: prima, i passeggeri potevano pagare qualunque prezzo supplementare fossero disposti; i costi aggiuntivi della prenotazione a carico passeggeri oscillano tra i 10 e i 20 yuan fino ad arrivare a 50 yuan, secondo quanto riporta lo Shanghai Daily.