CINA. Otto province registrano un PIL più alto di quello nazionale

41

Otto province cinesi hanno registrato una crescita più rapida del prodotto interno lordo nel primo trimestre rispetto al tasso di crescita del Pil nazionale del 18,3%, secondo i dati rilasciati da 30 province cinesi a partire dal 26 aprile.

Sono Hubei, Hainan, Zhejiang, Jiangsu, Anhui, Guangdong e Jiangxi, più l’area comunale di Chongqing. La regione autonoma del Tibet è l’unica regione che non ha ancora rilasciato i dati del Pil del primo trimestre.

Tutte le province hanno registrato un tasso di crescita del Pil a due cifre nel Q1, in gran parte a causa di una base bassa dall’anno scorso come risultato del blocco e dell’interruzione economica causata dalla pandemia Covid-19, riporta Atf.

Anche la politica del governo di chiedere alla gente di evitare i viaggi durante le vacanze del Nuovo Anno Lunare a febbraio dopo nuovi casi di Covid-19 ha contribuito alla crescita economica nel primo trimestre, ha detto l’Ufficio Nazionale di Statistica. L’interruzione della produzione è stata ridotta quando i lavoratori migranti hanno lavorato fino a poco prima delle vacanze e sono tornati al lavoro più velocemente che negli anni normali.

Hubei, l’epicentro dell’epidemia di coronavirus l’anno scorso, ha registrato la più rapida crescita annuale del Pil nel primo trimestre, che è stata del 58,3%. Tuttavia, il dato del Pil della provincia era ancora inferiore al Q1 del 2019.

Hainan, la provincia dell’isola tropicale, che le autorità hanno dichiarato un “porto di libero scambio” lo scorso giugno, e le province costiere orientali di Zhejiang e Jiangsu, si classificano dal secondo al quarto posto per tasso di crescita del Pil.

Le quattro città più grandi della Cina: Pechino, Shanghai, Guangzhou e Shenzhen, hanno tutte registrato più del 17% di crescita del Pil nel primo trimestre. Delle quattro, Guangzhou è l’unica città che ha superato la crescita del Pil nazionale, registrando una crescita del 19,5%.

Oltre a un basso fattore di base dal Q1 2020, l’aumento del commercio estero, l’attività al dettaglio e gli investimenti hanno anche contribuito alla robusta crescita del Pil in queste città.

Graziella Giangiulio