Shanghai zona di libero scambio sperimentale

51

CINA – Shanghai. 30/09/13. Lanciata la zona di libero scambio a Shanghai, centro economico della Cina, ed è stata lanciato come seconda economia più grande del mondo e si prepara a testare le tanto attese riforme economiche. Il Ministro del Commercio Gao Hucheng ha partecipato alla cerimonia di apertura per la zona, che si estende su 29 chilometri quadrati (11 miglia quadrate).
Gao ha detto che la zona avrebbe aiutato “l’attuazione di una strategia di apertura più attiva”, secondo la BBC.

Le attuali restrizioni agli investimenti presenti sul territorio cinese saranno facilitate all’interno dell’area e i tassi di interesse saranno fissati dai mercati. Tra le altre misure che devono essere sperimentate all’interno della zona l’utilizzo della moneta locale fortemente regolamentato della Cina, lo yuan, per essere scambiato liberamente per le altre valute, a darne notizia il Consiglio di Stato. «La creazione della zona di libero scambio Shanghai è un passo significativo per la Cina per conformarsi alle nuove tendenze dell’economia globale e il commercio», ha detto Gao. L’economia cinese è cresciuta del 7,7% lo scorso anno, il suo ritmo più lento in 13 anni.