CINA. L’esercito non tollererà altri scontri violenti a Hong Kong

31

Il comandante della guarnigione militare cinese a Hong Kong ha parlato per la prima volta dei disordini in corso nella città, avvertendo che gli scontri violenti non sarebbero stati tollerati e che l’esercito era determinato a proteggere la sovranità cinese.

Chen Daoxiang, il comandante della guarnigione di Hong Kong del Pla, ha lanciato quest’avvertimento in un ricevimento a Hong Kong per celebrare il 92° anniversario dell’esercito cinese il 31 luglio, quando la guarnigione ha anche rilasciato un video promozionale in cui si afferma che le truppe di stanza in città sono in grado di proteggere la stabilità a lungo termine.

«Recentemente, ci sono stati una serie di incidenti estremamente violenti che si sono verificati a Hong Kong (…) Questo ha danneggiato la prosperità e la stabilità della città e ha messo in discussione lo stato di diritto e l’ordine sociale. Gli incidenti hanno seriamente minacciato la vita e la sicurezza dei cittadini di Hong Kong e hanno violato i principi fondamentali di “un paese, due sistemi” (…) Questo non dovrebbe essere tollerato ed esprimiamo la nostra forte condanna» ha detto Chen.

Chen ha detto che la guarnigione sostiene risolutamente il capo dell’esecutivo di Hong Kong Carrie Lam Cheng Yuet-ngor e la polizia della città nel mantenimento della legge e dell’ordine. «Sosteniamo risolutamente l’azione per mantenere lo stato di diritto di Hong Kong da parte delle persone che amano la nazione e la città, e siamo determinati a proteggere la sovranità nazionale, la sicurezza, la stabilità e la prosperità di Hong Kong», ha aggiunto.

Il PLA rispetterà la Legge fondamentale, la mini-costituzione di Hong Kong, così come alla legge sulla guarnigione di Hong Kong e alla direzione della Commissione militare centrale, guidata dal presidente cinese Xi Jinping, ha detto Chen.

I tre minuti di video diffusi sempre il 31 luglio mostrano esercitazioni antiterrorismo e antisommossa, anche con carri armati.

Lucia Giannini