CINA. Le relazioni con Mosca sono senza precedenti

129

Il presidente russo Vladimir Putin ha definito “senza precedenti” gli stretti legami del suo paese con la Cina in un incontro con Xi Jinping a Pechino il 4 febbraio, nel pieno delle tensioni tra Mosca e Kiev.

Nelle osservazioni di apertura televisiva all’incontro con Xi, prima dell’apertura dei Giochi Olimpici Invernali, Putin ha detto che la Cina e la Russia si sono sostenute a vicenda in una vasta gamma di settori, dagli affari esteri allo sviluppo economico, riporta Scmp.

Ha detto che la cooperazione energetica tra le due nazioni sarà potenziata con la fornitura di gas naturale dalla Russia alla Cina: «La nostra relazione bilaterale è davvero senza precedenti nello spirito di amicizia e partenariato strategico, e il rapporto tra i due paesi è un esempio di una buona relazione che facilita lo sviluppo reciproco e aiuta anche a sostenere l’altro nello sviluppo», ha detto Putin.

Questo viaggio è il primo di Putin in Cina dal 2019, e il primo incontro faccia a faccia di Xi con un leader di stato straniero dal 2020, quando ha incontrato i leader di Cambogia, Mongolia e Pakistan a Pechino. Il loro vertice a Pechino è una dimostrazione di solidarietà politica a margine delle Olimpiadi invernali, usate per indicare la loro coordinazione per contrastare gli Stati Uniti.

Il leader russo sta usando l’occasione per corteggiare il suo vicino per aiutare a compensare la rete di alleanze degli Stati Uniti, descrivendo la funzione dei due paesi in un’intervista con i media statali cinesi un «importante ruolo stabilizzante».

Un giorno prima dell’incontro Xi-Putin, il ministro degli Esteri cinese Wang Yi e il suo omologo russo Sergey Lavrov hanno detto che entrambe le nazioni si oppongono alla formazione di qualsiasi “blocco” che cerchi di innescare un confronto nella regione Asia-Pacifico.

«La parte russa ha anche informato la parte cinese sugli ultimi sviluppi nelle relazioni tra la Russia e gli Stati Uniti e la Nato, e ha sottolineato il principio della sicurezza indivisibile, per il quale la parte cinese ha espresso la sua comprensione e sostegno», ha detto il ministero degli Esteri cinese in una dichiarazione dopo l’incontro.

Gli Stati Uniti e i loro alleati hanno minacciato sanzioni contro la Russia se Mosca invadesse l’Ucraina; il 3 febbraio, il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha anche avvertito le imprese cinesi che avrebbero affrontato conseguenze se avessero cercato di eludere qualsiasi controllo delle esportazioni imposte a Mosca nel caso in cui la Russia invadesse l’Ucraina.

Wang ha detto che entrambe le nazioni sono sempre più impegnate a proteggere i loro interessi comuni e a lavorare insieme in modo più efficace per gestire i rischi: «Gli ostacoli legati alla pandemia alla loro cooperazione bilaterale sono stati rimossi», ha detto.

Lavrov ha aggiunto che entrambe le parti hanno concordato che la Russia e la Cina stanno portando avanti un coordinamento strategico e stretto di alto livello: «Questo non è influenzato dalla situazione politica internazionale, ed è favorevole a migliorare la stabilità e la prevedibilità delle relazioni internazionali».

Le due nazioni hanno fissato l’obiettivo di raggiungere 200 miliardi di dollari di scambi commerciali entro il 2024. I dati della Russia suggeriscono che la Cina è già il più grande partner commerciale della Russia e il commercio è balzato di un terzo arrivando a 140 miliardi di dollari l’anno scorso.

Anna Lotti