La Cina ha finanziato l’America latina

44

USA – Boston 10/04/2014. La Cina ha prestato 102 miliardi di dollari all’America Latina tra il 2005 e il 2013.

Principali beneficiari: Venezuela e Argentina; segue poi il Messico. I dati vengono forniti dalla Global Initiative economic governance dell’Università di Boston.
Il finanziamento è stato principalmente effettuato attraverso le principali banche cinesi come la China Development Bank e la Eximbank import-export.
Nel 2013, i prestiti cinesi a governi sudamericani, imprese statali e aziende private hanno i raggiunto 20,1 miliardi di dollari. Nel 2012, era sceso a 3,5 miliardi di dollari, il più basso livello da quando le banche cinesi hanno iniziato ad operare nella regione.
Lo studio riporta che: «La Cina continua a concentrarsi sui paesi ad alto rischio finanziario», come Venezuela e Argentina, i due che più ne hanno beneficiato lo scorso anno, cui seguono altri, come Ecuador e Giamaica.
La Cina cerca di bilanciare il rischio attraverso più alti tassi di interesse come nel caso dell’Ecuador o attraverso pagamenti in petrolio, come nel caso di Venezuela e Ecuador.
Lo studio sottolinea il fatto che la seconda economia più grande del mondo è diventata il finanziatore top della regione latinoamericana, sorpassando la Banca Interamericana di Sviluppo e la Banca mondiale.