CINA. La Type003 sarà varata nella seconda parte del 2022

339

Un video di propaganda militare uscito il 22 aprile scorso suggerisce che la terza portaerei dell’Esercito Popolare di Liberazione cinese potrebbe essere varata presto.

Il video di sei minuti, prodotto dal Pla Navy Political Publicity Bureau fornisce uno sguardo sul programma cinese delle portaerei e su come operano le portaerei e il personale del Pla imbarcato. La Cina ha già due portaerei in funzione, chiamate Liaoning e Shandong. La terza è in costruzione e il video promozionale sembra dare un indizio che il suo lancio è imminente, il suo nome dovrebbe essere Jiangsu, toponimo di una provincia costiera orientale, riportano Rfa e il giornale militare cinese Huanqiu.

Alla fine del video, programmato per la Giornata della Marina cinese che cadeva il 23 aprile, viene mostrato un ufficiale mentre riceve una chiamata da sua madre che lo esorta ad avere “il terzo figlio”, a cui l’uomo risponde: “Lo stiamo organizzando”. La telecamera si sposta poi su due foto del ponte di volo di una portaerei, apparente riferimento alle prime due portaerei, prima di passare allo schermo vuoto e ai titoli di coda.

Questo accenno, forse un po’ bizzarro, ha comunque eccitato alcuni media e si social media cinesi. Per il tabloid Global Times, «Questa è un’implicazione molto chiara che la terza portaerei, Type 003, è in arrivo» e che potrebbe lanciata «nella seconda metà del 2022».

Il think tank statunitense Center for Strategic and International Studies aveva detto in un rapporto del novembre 2021 che il lancio «potrebbe avvenire già nel febbraio 2022», ma nella realtà il varo è stato ritardato più volte, poiché la Cina è alle prese con la pandemia Covid. Recentemente sono state imposte severe misure di blocco a Shanghai, sede del cantiere Jiangnan Shipyard dove il Type 003 è in costruzione, e dove la situazione del Covid ha interrotto il trasporto e può aver causato ritardi nell’arrivo di componenti per la nave.

Rispetto alle prime due portaerei, la Type 003 sembra essere più grande, e ha alcuni nuovi importanti componenti tra cui i sistemi di catapulta, utilizzati per il lancio di aerei dalla nave: sarebbe quindi la prima portaerei Catobar (Catapult Assisted Take-Off Barrier Arrested Recovery) della Cina. Il rapporto Csis di novembre ha anche detto che dopo il varo, ci vorranno ancora anni prima che il Type 003 sia messo in linea nella Marina Pla e raggiunga la capacità operativa iniziale.

La Cina ha già la più grande flotta navale del mondo, secondo l’Office of Naval Intelligence degli Stati Uniti. Ma gli Stati Uniti hanno molte più portaerei: 11 rispetto alle due della Cina.

Il ministero della Difesa Nazionale di Taiwan, che osserva da vicino gli sviluppi militari della Cina, ha detto in un rapporto pubblicato all’inizio di quest’anno che il Type 003 permetterebbe alla Marina Pla di proiettare la sua potenza oltre la «prima catena di isole»; con questa espressione, concettualizzata durante la Guerra fredda, ci si riferisce comunemente ai principali arcipelaghi che si trovano al largo della costa continentale dell’Asia orientale. La catena si estende dalla penisola di Kamchatka a nord-est alla penisola di Malesia a sud-ovest, e comprende il territorio di Taiwan e delle Filippine, degli alleati degli Stati Uniti.

Gli osservatori taiwanesi prestano attenzione anche al piano del PLA di procurarsi nuovi aerei da guerra per il Type 003. Se le prime due portaerei hanno solo caccia J-15 e forse alcuni elicotteri, la terza potrebbe avere alcuni aerei Aew&c (Airborne Early Warning and Control) KJ-600. Lo Xian KJ-600 sarebbe in grado di rilevare e tracciare gli altri aerei, aumentando così notevolmente l’efficacia degli aerei da combattimento basati sulle portaerei.

Inoltre, commentando l’affondamento della “Moskva”, con missili Neptune, i giornali taiwanesi ricordano che l’incrociatore missilistico Moskva è stato costruito nello stesso cantiere navale del Mar Nero Mykolaiv in Ucraina, come la prima portaerei cinese ai tempi dell’Unione Sovietica. Pechino ha comprato la nave, allora chiamata Varyag, e l’ha ribattezzata Liaoning.

La Liaoning pattuglia regolarmente lo stretto di Taiwan e potrebbe essere schierata in caso di conflitto armato con l’isola. Il giornale taiwanese Liberty Times ha detto che «Taiwan ha un arsenale missilistico antinave più grande e potente dell’Ucraina (…) Le portaerei cinesi potrebbero essere vulnerabili come la “Moskva” ai missile antinave di Taiwan».

Antonio Albanese