CINA. Ispirata dagli USA e simile ad Amazon: svelata la logistica militare

173

I media statali cinesi hanno svelato come funziona la logistica militare cinese e il modo in cui stanno operando nell’ambito del concetto di operazioni congiunte, in un sistema che si ispira alla logistica militare statunitense; oltre che al mondo della logistica e distribuzione civile globale.

L’account WeChat della China Central Television ha pubblicato un servizio sulle operazioni dei cinque centri di supporto logistico dei cinque comandi di teatro dell’Esercito Popolare di Liberazione nel Centro, Ovest, Est, Sud e Nord.

Ha paragonato tutte e cinque le unità a un “corriere veloce”, rendendo il loro servizio di consegna più professionale e sicuro, riporta Scmp.

Il servizio afferma che tutti i centri di supporto logistico hanno creato un sistema di stoccaggio digitale delle forniture: «Il calcolo digitale e l’imballaggio professionale potrebbero evitare le “vittime della mancata-battaglia”, perché una consegna non sicura e ritardata potrebbe causare gravi conseguenze nella guerra di oggi».

Anche il quotidiano militare PLA Daily, il 28 aprile, ha invitato le truppe a considerare la logistica come una “dura battaglia” che potrebbe influire sulla sicurezza delle truppe e ha affermato che le prestazioni in questo settore potrebbero determinare promozioni e bonus.

Il sistema di gestione professionale della logistica del PLA è stato ispirato dal Comando dei trasporti degli Stati Uniti, Transcom, utilizzato per la prima volta durante la guerra del Golfo del 1991. Il Pentagono ha istituito Transcom nel 1987, uno degli 11 comandi unificati combattenti alle dirette dipendenze del Dipartimento della Difesa.

Il Pla ha potuto constatare l’efficacia del sistema quattro anni dopo, quando l’unità di comando logistico guidata dall’aeronautica militare è stata in grado di mobilitare 4.000 piloti di compagnie aeree civili per sostenere l’invasione dell’Iraq: «Gli americani non hanno vinto solo la battaglia convenzionale nella guerra del Golfo, ma hanno anche dimostrato una suprema capacità logistica di consegna a lunga distanza (…) Allo stesso tempo, nella guerra in corso in Ucraina, l’insuccesso dell’esercito russo nelle forniture logistiche ha causato la sua frustrazione nella battaglia».

Il Pla ha istituito la Forza congiunta di supporto logistico nel 2016, in sostituzione del precedente Dipartimento generale di logistica, che è stato eliminato insieme ad altri tre quartieri generali nella revisione militare del presidente Xi Jinping. Con sede nell’hub industriale e di trasporto del Paese, Wuhan, ogni comando di teatro ha un proprio centro di rifornimento collegato con autostrade e ferrovie; «Pechino ha fatto enormi investimenti per perfezionare il suo sistema di approvvigionamento logistico, mentre la guerra in corso in Ucraina ha fornito al Pla molti punti di riferimento».

Nell’ottobre 2017, il Pla ha anche firmato contratti con cinque aziende logistiche civili: SF Express, China Railway Express, China Post Express, Deppon Logistics e Jingdong Logistics; l’esercito cinese continuerà a utilizzare comunque soldati per concentrarsi sulla consegna delle armi, lasciando che le aziende civili si occupino di articoli come vestiti e forniture mediche.

Antonio Albanese