Cina pronta a investire 500 miliardi di dollari

73

CINA – Pechino. 28/5/13. Il premier cinese Li Keqiang, ha affermato che la Cina importerà 10 miliardi di dollari di merci in 5 anni e investirà 500 miliardi dollari oltreoceano. Lo ha scrittoi un articolo pubblicato sul giornale svizzero “New Zurigo Times“.

Tra i capisaldi dello sviluppo cinese una rapida urbanizzazione. Si prevede che il 60% della popolazione cinese vivrà nelle città entro il 2020. Sul fronte finanziario la Cina sta intensificando le riforme valutarie e dando vita a un meccanismo per agevolare gli investimenti esteri da parte dei privati. Pronta anche una indagine in materia vitivinicola. La Cina rispondendo a una richiesta della China Wine Industry Association per il Ministero del Commercio, la Guangzhou Daily, avvierà una indagine antidumping sui vini europei che hanno rappresentato il 60% delle importazioni di vino in Cina nel 1 ° trimestre 2013. Se dall’indagine emergerà un dazio più elevato è imposto sui vini europei, verranno agevolati i vini nazionali e quelli provenienti dal Sud America.

Cresce l’esportazione delle terre rare dalla Cina verso il Giappone, soprattutto grazie ai bassi costi. Ad aprile le esportazioni ammontavano a 2.196 tonnellate aumento di sei volte rispetto allo scorso anno. Con un incremento del 28% a partire da marzo, secondo i dati doganali cinesi e riferito a 17 metalli preziosi. La Cina ha esportato 6.112 tonnellate di metalli delle terre rare nei primi quattro mesi dell’anno. Lo scorso anno le esportazioni di terre rare sono crollate del 71% rispetto al 2011.

Infine, a Pechino è pronto un programma di agevolazione per l’acquisto di terreno edificabile. Il progetto riguarderà circa 300 ettari di terreno per lo sviluppo residenziale, che rappresenta il 45% del progetto di offerta residenziale del territorio della città nel 2013.