Pechino 2.0

47

CINA – Pechino 14/05/2015. Il Consiglio di Stato, il governo della Cina, il 13 maggio ha annunciato un aumento della banda larga veloce e prezzi più bassi per i servizi Internet.

La Cina, infatti, intende accelerare, riporta Xinhua, la costruzione di una rete ad alta velocità, con tariffe più basse. Le società di telecomunicazione dovranno pubblicare piani dettagliati per aumentare la velocità di oltre il 40 per cento, ridurre i prezzi e offrire aggiornamenti gratuiti per i clienti esistenti. Un monitoraggio governativo dei servizi a banda larga e degli oneri relativi proteggerà i consumatori. Le reti ottiche e a banda larga saranno ampliate nelle zone rurali per migliorare l’accesso a internet in 14mila villaggi entro la fine del 2015. Nel comunicato del governo si legge anche che una maggiore larghezza di banda è necessaria per aiutare il paese a connettersi più facilmente con il mondo e attrarre investimenti esteri. Non è la prima volta che il premier cinese Li Keqiang ha chiesto una maggiore velocità e prezzi più convenienti per i servizi della Rete. Il 14 aprile, Li aveva denunciato gli eccessivi costi che non facilitavano lo sviluppo tecnologica delle telecomunicazioni fino all’utente finale e non soddisfacevano le esigenze di una comunicazione moderna. Per la banda larga la Cina si classifica solo all’80° posto al mondo: Li aveva detto che c’era un enorme spazio di miglioramento, sollecitando soluzioni a breve tempo. La decisione del governo non solo va a vantaggio dei consumatori, ma riduce i costi delle attività su Internet, stimolando start-up e investimenti, riporta l’agenzia cinese.
Si dovrebbe creare entro la fine del 2015 un mercato aperto, sviluppare un sistema di concorrenza leale e un maggiore sostegno finanziario in grado di aiutare lo sviluppo e l’aggiornamento nelle zone rurali, ampliando l’accesso alla banda larga per oltre 100 imprese.
Per centrare simili obiettivi, secondo gli esperti indicati da Xinhua, sono indispensabili incentivi politici per i privati, allo scopo di aprire il mercato delle telecomunicazioni e del consumo di informazioni. Nei discorsi di Li Kequing, è chiaro l’intento di potenziare la strategia “Internet Plus2 annunciata a marzo 2015. “Internet Plus” è l’integrazione di Internet e di altri settori tecnologici tradizionali attraverso piattaforme on-line, e che dovrebbe servire come motore per la crescita futura. China Telecom il 13 maggio ha pubblicato un libro bianco su “Internet Plus”, che descrive l’intenzione di investire 80 miliardi di yuan ogni anno per stabilire un circuito industriale strategico.