CINA. Huawei prevede tre anni di crisi nera: chiude tutto tranne l’ICT

224

La cinese Huawei Technologies ha dichiarato che il suo obiettivo principale è la sopravvivenza, avvertendo che il mondo sta entrando in una lunga recessione che lascerà le sue attività marginali chiuse e tutti sentiranno “freddo”.

Questo è il messaggio che il fondatore Ren Zhengfei ha dato ai dipendenti in un’e-mail, secondo quanto riportato da AF.

Secondo i media cinesi, poi la strategia dell’azienda deve passare dalla ricerca della scala alla ricerca del profitto e del flusso di cassa per sopravvivere «alla crisi dei prossimi tre anni», che ridurrà i consumi globali. «Con la sopravvivenza come principio di base, le aziende marginali saranno ridotte e chiuse, e il freddo sarà avvertito da tutti», ha detto, «Prima di tutto, dovete sopravvivere, e se sopravvivete, avrete un futuro».

Ren non ha spiegato quali attività siano “marginali”, ma ha detto che l’azienda deve concentrarsi sulle sue attività principali nel campo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione . «Dobbiamo essere chiari sul fatto che la costruzione di infrastrutture Ict è la missione storica di Huawei, e più i tempi sono difficili, più non possiamo vacillare», ha detto.

Nel 2019 gli Stati Uniti hanno inserito Huawei in una lista nera delle esportazioni che le impedisce di accedere a tecnologie critiche di origine statunitense, ostacolando la sua capacità di progettare chip e di procurarsi componenti da fornitori esterni. Gli Stati Uniti sostengono che Huawei sia un rischio per la sicurezza, cosa che l’azienda ha negato.

Secondo i calcoli, i risultati del primo semestre di Huawei hanno mostrato un calo del 52% dei profitti a 15,08 miliardi di yuan, con un’economia debole, le perturbazioni di Covid-19 e le sfide della catena di approvvigionamento che hanno danneggiato il settore dei dispositivi dell’azienda, che vende smartphone e computer portatili.

Secondo il rapporto, Ren ha citato i settori del cloud computing, dell’energia digitale e delle auto intelligenti come aree in cui l’azienda dovrebbe registrare uno sviluppo. Ren ha infine dichiarato che le prospettive dell’azienda sono incerte per i prossimi due anni.

Lucia Giannini